Minoxidil e Finasteride funzionano? Rischi e risultati.

Minoxidil e Finasteride : alcuni farmaci possono bloccare la calvizie, ma i loro effetti collaterali sono importanti. La Medicina Rigenerativa ne è sprovvista…

Minoxidil e Finasteride : cosa è l’Alopecia Androgenetica?

Il dottor Mauro Conti, Direttore Scientifico di HairClinic Bio Medical Group, ci dà un rapido “identikit” di questa affezione del sistema scalpo-capelli.

“L’Alopecia Androgenetica (AGA), è un noto disturbo del cuoio capelluto, che porta alla Perdita dei Capelli dei soggetti che hanno i follicoli capillari particolarmente suscettibili alla miniaturizzazione per cause ormonali. Tale suscettibilità ha un carattere genetico ereditario, che si trasmette per linea materna”.

Contrariamente a quanto si crede, quindi, le donne hanno un ruolo importante nella trasmissione di questa predisposizione genetica e, anzi, anch’esse ne sono affette in percentuali sempre più preoccupanti: “Sì, è proprio vero – continua il Dott. Conti – infatti, se da un punto di vista strettamente statistico, la natura recessiva e legata al cromosoma X dell’Alopecia Androgenetica giustifica al centesimo la percentuale di maschi calvi nel mondo, che sono il 70% circa, mentre  la frazione di donne che ne soffrono, è un po’ più elevata rispetto al teorico.

Non il 30% come si dovrebbe attendere, ma oltre il 40%. Ciò lascia intendere che nelle donne, oltre alle cause genetiche, prettamente fisiologiche, giochino un ruolo sempre più importante anche alcune concause esterne”. Di questo, quindi, bisogna tener conto per mettere a punto le più opportune cure della calvizie.

Minoxidil e Finasteride : cause fisiologiche dell’Alopecia Androgenetica.

Approfittiamo di questa riflessione sui dati teorici di trasmissione di una malattia “X-linked recessiva”, come lo è la Calvizie, e vediamone cause fisiologiche e concause esterne:

Cause fisiologiche: esistono due sostanze naturali, che sono state ormai universalmente riconosciute come vere cause della Caduta di Capelli. Esse sono il Diidrotestosterone (DHT) e la Prostaglandina D2 (PGD2). La prima molecola deriva dal Testosterone, che per azione di un enzima, la 5-alfa-Reduttasi (5aR), si trasforma in DHT. L’a sua azione è turbare l’equilibrio del follicolo capillare, inducendolo all’ipersecrezione di sebo e alla sua progressiva miniaturizzazione.

Quindi il capello, in senso stretto, non cade per poi non ricrescere più. Semmai, ciclo naturale dopo ciclo naturale, esso ricrescerà sempre più debole e rimpicciolito, sino ad assumere lo status di “vellus”, ossia la microscopica peluria che ricopre anche le aree che noi definiamo come “glabre”.

La PGD2, invece, è una prostaglandina, e come tale funziona da mediatore delle infiammazioni. Quindi la sua presenza nei tessuti sostiene uno stato di infiammazione cronica, che amplifica l’effetto del DHT.

Minoxidil e Finasteride: concause esterne dell’Alopecia Androgenetica.

La Calvizie può essere peggiorata da una serie di cause non fisiologiche, che tendono ad aggravare la caduta di capelli. Probabilmente è questa la ragione per cui nelle donne c’è un‘incidenza leggermente superiore rispetto al teorico 30%, ma ribadiamo che queste concaue colpiscono tutti senza distinzione di genere o di età.

Concause esterne: tra tutte, la principale è senz’altro una perdurante condizione di stress. L’Alopecia psicogena è una condizione importante di per sé e può aggravare parecchi scenari di Caduta di Capelli preesistenti. Altra concausa è quella legata ad alcune carenze alimentari. Diete squilibriate, dissociate, vegetariane e vegane non integrate, possono portare a gravi squilibri alimentari, che, a parte la caduta dei capelli, possono determinare anche altre gravi patologie. Cattivo stile di vita e/o eccessi farmacologici/tossicologici… fanno male a tutto l’organismo… quindi anche al sistema scalpo-capelli. Infine citiamo anche la coincidenza con altre patologie più serie, di cui la Caduta dei Capelli può esserne uno dei sintomi.

Minoxidil e Finasteride: l’approccio farmacologico.

Gli anni ottanta e novanta del XX secolo sono stati lo spartiacque tra un periodo in cui non si avevano né cure efficaci contro la Caduta di Capelli, né una comprensione precisa dei suoi meccanismi, e gli anni a seguire in cui si svilupparono la via di contrasto farmacologico e quella basata sull’azione della Medicina Rigenerativa. Vediamo come i rimedi farmacologici cambiarono lo scenario di lotta alla calvizie: Minoxidil e Finasteride.

Il Minoxidil fu scoperto nel 1980 ed in origine fu sviluppato come farmaco antipertensivo. Il suo uso orale dà una importante vasodilatazione, provocando il desiderato abbassamento della pressione sanguigna. Le prime sperimentazioni, però, dettero evidenza anche di un generale irrobustimento delle strutture pilifere nei soggetti trattati… quindi un effetto collaterale di questo farmaco risultava interessante come potenziale Cura della Calvizie. La formulazione specificamente studiata per il contrasto alla Caduta di Capelli è una lozione da applicare sul cuoio capelluto. Purtroppo è caratterizzata anche da alcuni effetti collaterali: disfunzione erettile, ipotensione, cefalea…

La Finasteride nasce qualche tempo dopo. Siamo alla fine degli anni ’90 del XX secolo e anche in questo caso si tratta di un farmaco utilizzato per un’altra affezione, l’Iperplasia Prostatica Benigna. Pazienti trattati con Finasteride per uso orale, mostrarono anche un arresto della caduta dei capelli, quindi si ipotizzò un utilizzo estensivo come farmaco anticaduta. È un inibitore della 5-alfa-Reduttasi (5aR), quell’enzima che più sopra abbiamo visto come trasformi il Testosterone in DHT, il terribile composto all’origine della caduta dei capelli. Lo stop posto all’azione di questo enzima, blocca la produzione del DHT e quindi porta ad una regressione della calvizie. Purtroppo anche la Finasteride (nonché altri inibitori della 5aR come la Dutasteride), sono caratterizzati da pesanti effetti collaterali: disturbi dell’erezione, dell’eiaculazione, della libido, orticaria, e altro… 

Minoxidil e Finasteride? HairClinic è contro la terapia farmacologia tradizionale proposta dai dermatologi? Per chi ne fa già uso è possibile associarla alla terapia di Medicina Rigenerativa o interromperne l’utilizzo?

HairClinic non è contro alla cura tradizionale farmacologica, alcuni farmaci hanno dimostrato un’efficacia significativa non trascurabile (vedi finasteride e minoxidil). Riteniamo però che tale terapia farmacologica debba essere valutata di caso in caso, e non adatta a tutti i pazienti. Inoltre i conosciuti effetti collaterali di taluni principi attivi, possono essere ridotti, se non eliminati, quando vengono eseguite analisi complete su ogni paziente prima di qualunque prescrizione farmacologica. Quello che HairClinic non condivide è la “prescrizione facile e generica” (esame del capello e per tutti i pazienti la stessa posologia). Ogni caso è un caso unico, e come tale va trattato, questo è l’unica strada per evitare al massimo alcuni dannosi effetti collaterali. In HairClinic NON prescriviamo Propecia sistemica (per via orale). 

Il paziente che già assume il farmaco e desidera continuarne l’uso, può farlo associandolo alla terapia di Medicina Rigenerativa. Per il paziente che desidera sospenderne l’assunzione verrà creata una terapia di supporto ad hoc, sospendere il farmaco in un’unica soluzione può creare scompensi ormonali tali da accelerare la caduta dei capelli e un peggioramento della situazione.

A seguito dell’esame Genomico e della Membrana Cellulare, potrà eventualmente essere creata per ogni paziente, sia una terapia di supporto ad-personam farmacologica, sia su base totalmente naturale, parliamo di Nutraceutica e Nutrigenomica (terapia priva di effetti collaterali). Il tempo tecnico tra esami e creazione della terapia Nutraceutica è di circa 40 giorni lavorativi post seduta infiltrativa. HairClinic non vende prodotti, crea la composizione ad-personam, in base al caso trattato, e il paziente la ritira in farmacia. Per la scelta della farmacia più vicina o idonea al proprio bisogno è possibile consultare il sito FarmaciaGalenica.it : https://www.farmagalenica.it/elenco-preparazioni-galeniche/.

Minoxidil e Finasteride? Conosci l’approccio della Medicina Rigenerativa.

La Medicina Rigenerativa muoveva i suoi passi qualche decennio prima del periodo appena trattato. Lo scopo principale di queste ricerche fu in origine quello di indurre una capacità di autoguarigione in tessuti che normalmente non ne erano dotati o che avevano perso questa qualità. Così mentre una lesione alla cute guarisce in un pugno di giorni, una al midollo spinale non guarisce, o ancora le ulcere agli arti dei diabetici rimangono aperte.

Ebbene, l’utilizzo di particolari corpuscoli e composti naturalmente presenti del sangue, opportunamente concentrati ed attivati (tecnologia PRP), se da un lato portò alla guarigione della lesione, dall’altro portava come effetto secondario un irrobustimento delle strutture pilifere dell’area trattata. Era appena nata la tecnologia PRP Capelli.

Questo fu solo il primo passo di una strada che oggi è molto efficace, caratterizzata dalla totale assenza di effetti collaterali,  e vede come suo ultimo e avveniristico sviluppo quello del Protocollo di Medicina Rigenerativa combinato.

Il protocollo di Medicina Rigenerativa.

Eseguito da quasi dieci anni, l’avanzato Protocollo di Medicina Rigenerativa consente di agire sulla calvizie in modo incisivo. Se la situazione non è ancora incipiente, agisce come una vera e propria terapia di contrasto non chirurgica alla calvizie, favorendo la rigenerazione dei bulbi capillari ancora attivi anche se quiescenti, ma non atrofici. Se invece il quadro è più evoluto, consente di potenziare in modo determinane la micro chirurgia andando a prolungare la durata, la validità e la stabilità clinica.

Minoxidil e Finasteride: cenni su Alopecia Androgenetica su Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Alopecia_androgenetica

Minoxidil e Finasteride: cenni su Minoxidil e Finasteride su Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Minoxidil 

https://it.wikipedia.org/wiki/Finasteride



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 34.204.189.171

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.