Differenze che fanno la differenza.

Sicurezza, delicatezza e precisione si riflettono nel massimo risultati estetico.

Tecnica classica
FUSS (Strip)

FUE classica – Trilix – Direct Hair – SLC

atFUE
Automatizzato

Eseguibile in HairClinic.

No, tecnica abbandonata da circa 12 anni.

Si, solo aFUE monoculare avanzata.

Si.

Cosa avviene nell’area donatrice.

Asportazione di una striscia di cuoio capelluto.

Prelievo di innesti da monobulbare manuale.

Prelievo automatizzato / motorizzato di microinnesti con punch grazie ad apposito implanter NG.

Caratteristiche degli innesti.

Sezione della striscia per estrarre gli innesti. distruzione elevata di follicoli.

Innesti raccolti in apposite vaschette e successivamente impiantati.

Innesti raccolti e conservati in soluzione rigenerante ai liposomi a 4°c. Senza entrare a contatto con l’aria.

Necessità del bisturi.

Si.

No.

No.

Sanguinamento.

Possibile.

Poco.

Ridotto al minimo

Diametro degli implanter per l’innesto.

0.8/ 1,2 mm

da 0,65 da 1,2 mm

da 0,5 a 1,2 mm

Fatica e stress del chirurgo (si riflette sul numero di graft da trapiantare e sul risultato finale)

Affaticamento ridotto, numero di graft elevato, risultato estetico il più delle volte non appagante.

Affaticamento elevato, numero di graft medio, risultato estetico buono.

Affaticamento ridotto, numero di graft elevato, risultato estetico eccellente.

Cicatrici dopo sessione.

Cicatrice lineare 10/20 cm di lunghezza e 1/2 cm di altezza.

Piccole e diffuse cicatrici puntiformi, in alcuni casi molto più evidenti se si utilizzano strumenti come il Trillix.

Micro cicatrici quasi invisibili ad occhio nudo, decisamente ridotte rispetto al Trillix, FUE classica o SLC, Direct Hair

Guarigione area donatrice.

1/2 mesi, con dolori saltuari riscontrati anche a distanza di anni dall’intervento, situazione dovuta alla forte invalidità della tecnica.

10/12 giorni.

5/8 giorni, nessun dolore post terapia.

Guarigione area ricevente.

12/15 giorni.

8/15 giorni, per strumenti più invasivi come il Trillix è necessario un tempo sensibilmente più lungo.

8/10 giorni.

Unità follicolari danneggiate durante l’estrazione.

Alta percentuale soprattutto nelle line dove il bisturi incide.

Medio alta.

Bassa ridotta al minimo.

Ritorno allo sport.

1-2 mesi.

30/40 giorni.

15/25 giorni.

Ritorno al lavoro.

Consigliato da 1 a 3 settimane.

Possibilità immediata consigliato un minimo di 5 giorni.

Possibilità immediata consigliato un minimo di 2 giorni.

Dolore permanente.

Raro ma possibile.

No.

No.

Dolore post operatorio.

Da media intensità a forte anche per giorni.

Qualche fastidio solo nella prima settimana.

Nessuno o molto leggero per le prime 12 ore.

Risultato naturale.

Possibile ma difficile mantenerlo nel tempo.

Si buoni risultati.

Sì, risultati estremamente naturali.

Lunghezza dei capelli dopo l’intervento.

Obbligatoriamente Lunghi per coprire la cicatrice, (con i capelli bagnati è sempre visibile)

A scelta del paziente, per evitare qualsiasi segno visibile è consigliata una lunghezza minima di 6 mm

A scelta del paziente è consigliata una lunghezza minima di 2 mm.

Rasatura capelli nella zona donatrice per il prelievo.

Sempre o quasi.

Evitabile ma con sovrapprezzo e scarsi risultati estetici.

Evitabile fino a 1500 follicoli e senza sovrapprezzo, ma solo su valutazione e decisione del chirurgo dopo consultazione dal vivo, 

Indicato per sessioni di riparazione da autotrapianti precedenti e non correttamente eseguiti.

No, o solo in pochi casi e con scarsi risultati mantenuti nel tempo.

Sì, con buoni risultati.

Sì, con eccellenti risultati

Garanzia.

No.

No, tranne per aFUE eseguito in HairClinic.

Sì, e sempre da aziende con base stabile nel Paese di esecuzione della procedura.

Stimolazione e Trapianto delle Cellule Staminali.

No.

No.

Sì, atFUE comprende il protocollo medico di Medicina Rigenerativa bSBS.

Test del DNA e Profilo lipidomico.

No

No

Sì, atFUE comprende il protocollo medico di Medicina Rigenerativa avanzato bSBS che incluse la più selettiva un analisi avanzata.

Terapie di follow-up a base di propulsione d’ossigeno o ozono

Non prevista e nel caso si richieda si deve pagare un sovvraprezzo. 

Non prevista e nel caso si richieda si deve pagare un sovvraprezzo. aFUE è l’unica tecnica manuale ad includere taleterapia di Follow-up.

Sì, atFUE comprende e include nei costi un follow-up ad personam.

Cellule Staminali della nicchia stromale.

No

No

Sì, atFUE può essere abbinato a Lipogems per la separazione, isolamento e infiltrazione delle Cellule Staminali della nicchia stromale, esclusiva HairClinic Italia.

 

Trapianto di Cellule Staminali del follicolo pilifero.

No

No

Sì, atFUE può essere abbinato a TCM Tissue Cluster Machine per la separazione, isolamento e infiltrazione delle Cellule Staminali del follicolo pilifero, esclusiva HairClinic Italia.

Protocollo di Medicina Rigenerativa associato.

No

No

Sì, atFUE comprende il protocollo medico di Medicina Rigenerativa avanzato bSBS.

Visite valutative e ancoraggi terapeutici per la stabilità di risultato.

Non previsti, e nel casi si programmino sono a pagamento.

Non previsti, e nel casi si programmino sono a pagamento.

Sì, atFUE comprende un follow-up sul paziente che prevede visite valutative e terapie di ancoraggio per promuovere un risultato di alto valore estetico e duraturo nel tempo. Tutte le visite valutative e azioni terapeutiche sono parte integrante del Protocollo bSBS incluso nei costi di atFUE.

 

Non tutte le tecniche sono uguali.

Sicurezza, delicatezza e precisione si riflettono nel massimo risultati estetico.

La decisione della tecnica è complessa solo se non si conoscono le differenze.

Capite le differenze tra le vaie tecniche la scelta diventa molto più semplice.

La decisione della tecnica è spesso complessa, un grande errore è valutare e scegliere solo in base al costo o al numero di presunti follicoli innestati durante l’intervento, ricordiamo sempre ai pazienti che non si sta acquistando un capo d’abbigliamento, ma qualcosa che riguarda la nostra immagine e la nostra salute.

In medicina l’equazione prezzo basso è quasi sempre sinonimo di bassa qualità dei prodotti o servizi offerti. Per capire il valore e la qualità di una tecnica rispetto ad una altra è necessario conoscere a fondo quali sono quelle più utilizzate in materia di autotrapianto di capelli. La scelta è determinante non solo per i risultati ottenibili, ma anche per conoscere che tipo di post intervento ci attende.

Al fine di offrire al ogni Paziente trattato la migliore esperienza e il massimo risultato possibile atFUE rientra nel Protocollo Advanced Micro Surgery che prevede anche aFUE (non automatizzato). La scelta delle tecnica è decisa dal chirurgo in base al paziente da trattare valutando la zona ricevente, qualità dei follicoli, stato della cute.

Per saperne di più

 

Massimo potenziamento, rigenerazione e ricrescita.

atFUE e aFUE sono le uniche tecniche ad includere la stimolazione e trapianto delle Cellule Staminali e della Matrice ExtraCellulare.

atFUE non è solo chirurgia, è un Protocollo completo.

Il rischio della caduta dei capelli nativi, quelli accanto ai capelli trapiantati, è conosciuto come “shock loss” ed è causato dal trauma degli innesti e dei prelievi a seguito del trapianto di capelli. Questo effetto di caduta si verifica quando i capelli nativi sono deboli e non hanno sufficiente forza per resistere al trauma dovuto all’autotrapianto. Anche una calvizie che sembra stabilizzata può potenzialmente riprendere la sua evoluzione. In uno stadio di “shock loss” permanente il paziente a distanza di 18 mesi corre il rischio di non avere più la densità desiderata, dovendo ricorrere nuovamente alla chirurgia. L’associazione con la medicina rigenerativa, eseguita da 1 a 3 mesi prima del trapianto, permette di evitare al massimo il rischio di “shock loss” ed è essenziale al fine di un risultato completo e duraturo.

atFUE e aFUE includono il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS.

HairClinic utilizza una tecnica avanzata priva di controindicazioni e in esclusiva per l’Italia volta a potenziare al massimo i risultati di un eventuale l’autotrapianto di capelli. Grazie ad un’innovativa tecnologia è possibile prelevare e isolare in modo automatizzato le cellule staminali e la Matrice ExtraCellulare dal paziente stesso. Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS favorisce benefici che vanno oltre la chirurgia: potente azione anti infiammatoria capace di promuovere l’inibizione della sintesi delle Prostaglandine D2, ritenuta la causa reale della calvizie, combina la stimolazione della Matrice ExtraCellulare e delle Cellule Staminali presenti nella papilla dermica del follicolo, ed è inoltre abbinato ad una diagnosi selettiva non limitata alla predisposizione genetica. Infine utilizza tecnologie evolute ed esclusive capaci di offrire la massima qualità e capacità rigenerativa.

Promuove un risultato finale estremamente naturale e denso.

Le migliori condizioni di salute dei follicoli portano una maggiore densità e volume del fusto, questo importante risultato crea un risultato di maggiore densità e naturale anche dopo un eventuale autotrapianto. Quando i follicoli nativi raggiungono uno spessore omogeneo è molto difficile che si possa notare un intervento chirurgico, in questo modo si ottiene il miglior risultato estetico pensabile. L’associazione tra le metodiche rappresenta anche per i casi di calvizie avanzata una soluzione più completa e non limitata alla sola chirurgia, un plus determinane al fine del miglior risultato naturale plausibile.

Per saperne di più sulla Rigenerazione Cellulare