Cos’è la Prostaglandina PGD2?

Il DHT non è l’unico colpevole della perdita dei capelli, questo “killer” dei follicoli, presente sulla cute del 98% delle persone con problemi di calvizie, è ancora più deleterio e subdolo.

La Prostaglandina PGD2 è un possibile promotore in tutti i tipi di alopecia.

E’ questa l’ultima scoperta scientifica comprovata internazionalmente che ha dato un nome alla causa più importante della calvizie, la Prostaglandina D2 (PGD2).

E’ ormai risaputo che il Diidrotestosterone (DHT) non è l’unico colpevole della perdita di capelli, infatti la calvizie è sempre dovuta ad un insieme di cause comuni e a una moltitudine di concause differenti in ogni paziente, a questo si aggiunge la Prostagladina D2 che provoca un effetto estremamente negativo sulla crescita dei capelli.

I ricercatori dell’Università della Pensylvania, hanno identificato una quantità anomala di una proteina chiamata prostaglandina D2, nel cuoio capelluto di uomini affetti da calvizie. La scoperta potrebbe portare a nuovi trattamenti per la cura della patologia. Nel modello umano e animale, gli studiosi hanno rilevato che una prostaglandina nota come PGD2, ed il suo derivato 15- dPGJ2, inibiscono la crescita dei capelli . 

In laboratorio, gli scienziati sono riusciti ad inibire PGD2, tramite un recettore chiamato GPR44 . Il recettore potrebbe diventare un promettente obiettivo terapeutico per combattere alopecia  androgenetica, sia negli uomini che nelle donne, con perdita di capelli o diradamento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. La calvizie maschile colpisce circa 8 uomini su 10, sotto i 70 anni e fa sì che i follicoli piliferi si restringano e producano microscopici peli, di breve vita.

Le prostaglandine hanno ruoli ben definiti, in molte funzioni del corpo. Una prostaglandina chiamata F2 alpha, è nota invece, per favorire la crescita di capelli, in opposizione alla prostaglandina PGD2 che la inibisce.  Gli studi futuri si concentreranno sulle potenzialità di GPR44 inibitore della prostaglandina PGD2 e sulla funzione di F2 alpha, per nuovi trattamenti contro la perdita di capelli.

 

Per curare la calvizie è necessario inibire al massimo la sintesi della Prostaglandina PGD2.

HairOzone è la terapia creata al fine di ottenere la più potente azione anti infiammatoria.

HairOzone sfrutta la capacità unica dell’ozono di promuovere una azione anti infiammatoria della cute e del follicolo. L’ozono è composto da 3 atomi di ossigeno, che consente una maggiore ossigenazione cellulare del cuoio capelluto e del follicolo pilifero necessaria per ristabilire la sua funzione vitale. L’aumento di ossigeno nel sistema metabolico provoca una maggiore energia e migliora significativamente la micro circolazione dei capelli.

L’aumento di ossigeno stimola efficacemente i fibroblasti, la cui funzione principale è quella di mantenere l’integrità strutturale del tessuto connettivo. I fibroblasti sono i precursori di tutte le componenti della Matrice ExtraCellulare, elemento indispensabile per la rigenerazione, la composizione determina le proprietà fisiche dei tessuti connettivi. Per ottenere risultati ottimali, l’ozonoterapia dedicata ai capelli deve essere applicata solo dai tecnici esperti, e in una serie di sessione in base alle esigenze di ogni paziente.

L’Ozono oltre ad arginare significativamente la sintesi della Prostaglandina PGD2, ha una potente azione anti infiammatoria per risolvere le più aggressive dermatiti seborroiche, eccesso di sebo, forfora, è anche di forte impatto per la cura della psoriasi cutanea. HairOzone è incluso nel protocollo medico bSBS.

Per saperne di più


Protocollo di Medicina Rigenerativa avanzato.
 
La Medicina Rigenerativa bSBS è considerata la soluzione più seria ed evoluta contro la calvizie e alopecia, una cura di forte impatto e non paragonabile ad altre terapie. Prevede l’analisi Genomica, Lipidomica e ormonale, utilizza le proprie Cellule ad alta capacità rigenerativa (URC Unità Rigenerative Cellulari) e Matrice ExtraCellulare. Permette un approccio completo capace di lavorare realmente con le cause e concause del singolo paziente. Il Protocollo bSBS include la terapia HairOzone.

Per saperne di più