Calvizie e Mare: binomio da incubo? No se…

Calvizie e Mare: chi soffre di Calvizie e teme di mostrarsi calvo in pubblico, può trovarsi in difficoltà al mare o in piscina.

Calvizie e Mare: com’è possibile nascondere la Calvizie al mare?

“Il mio è un ricordo ahimè un po’ lontano, ma molto vivido” – Calvizie e Mare… ne parla il Dott. Mauro Conti, Direttore Scientifico di HairClinic BioMedical Group – da bambino ero solito andare al mare con un gruppo di amici di famiglia.

Ci si prendeva un’attimo di respiro prima di rituffarci alle nostre attività, per i grandi il lavoro, per noi piccolini la scuola. Ricordo benissimo tra di essi un amico d’infanzia di mio padre. All’epoca avrà avuto poco meno di trentacinque anni e decisamente  aveva un bel problema di calvizie”.

“Soleva nascondere questo suo problema con un ordinatissimo e curassimo (e altrettanto evidentissimo) riporto, che dalla tempia sinistra copriva tutta la parte superiore del capo fino alla tempia destra.

Quando Gigi, il suo nome, doveva fare il bagno però nascevano i problemi. Intanto, chissà, forse proprio per questo motivo, entrava in acqua quel tanto che bastava per rinfrescarsi, ma non lo abbiamo mai visto fare un tuffo o bagnarsi la testa. Oggi so perché…”.

Calvizie e Mare: il disagio di rivelare la propria calvizie può far vivere male momenti che dovrebbero essere piacevoli.

Come il Dott. Conti ricorda l’amico di famiglia Gigi avere problemi col suo riporto al mare, così ci sono molte persone che, a causa della propria calvizie (non completamente accettata o perfino rifiutata), non riescono a godere di una vita sociale tranquilla e rilassata.

Con l’arrivo dell’estate, del caldo e della voglia di mare, chi è solito coprire gli inestetismi dell’Alopecia con riporti o parrucche, può entrare in crisi. Il problema è comune anche a chi sta cominciando a diradarsi.

Infatti, a causa del caldo, dell’umidità e del sudore, o semplicemente perché i capelli sono bagnati, l’evidenza della propria perdita di capelli diviene più forte.

La sofferenza riguardo alla propria condizione di Perdita di Capelli è qualcosa che costringe molte persone a malumori e privazioni.

Questo condizionamento, però, dovrebbe essere tramutato nella voglia di affrontare il problema con ottimismo, per cercare una vera soluzione e non una strategia di copertura che ci può mettere in serio imbarazzo.

Calvizie e Mare: le strategie sbagliate da evitare e come avere il giusto approccio alla Calvizie.

Il Dott. Conti tratteggia un quadro generale di come dovrebbe essere una corretta strategia di contrasto alla Calvizie, anche dal punto di vista psicologico.

“È di fondamentale importanza non nascondersi, non perdere tempo, essere consapevoli della propria situazione clinica e quindi operare la migliore scelta per le proprie condizioni.

Se si è deciso di optare per rimedi temporanei di copertura del diradamento, è evidente che quando ci si tufferà in acqua, andremo incontro a problemi di vario tipo, ma lo stesso vale per altre situazioni: giornate piovose, vento o anche un bambino piccolissimo che vi tira i capelli per giocare”.

Il riferimento è esplicito a tagli di capelli strategici, a riporti più o meno complessi, a prodotti volumizzanti e polveri coprenti il cui effetto sarà completamente cancellato via dall’acqua o da altre situazioni ambientali.

Un semplice bagno si trasforma in un incubo estetico e relazionale, frenesia nel riportare i capelli al loro posto e quindi ecco che scatta il meccanismo psicologico dell’evitamento dell’ostacolo. A proposito di Calvizie e Mare, noi, a Gigi un tuffo non gliel’abbiamo mai vito fare!”

Calvizie e Mare: avere le giuste informazioni per raggiungere maggiore consapevolezza. L’importanza di un consulto con un esperto.

L’Alopecia Androgenetica (AGA) può manifestarsi in periodi vari della vita. Esistono fenomeni giovanili, possiamo avere Calvizie in età più avanzata ed è un fenomeno comune a uomini e donne.

Il primo segnale è generalmente un assottigliamento dei capelli in una data area del capo.

Negli uomini questa zona è tipicamente individuata nella fronte, nelle tempie e nella cosiddetto vertex, dove fa la comparsa la cosiddetta chierica.

Le donne invece tendono a perdere i capelli in maniera più diffusa, mantenendo pressoché intatta l’attaccatura dei capelli e soprattutto sulla parte superiore del capo.

Se si nota la comparsa di questi sintomi, la prima azione da compiere è quella di recarsi da un esperto del settore, un medico che sia in grado di dare le indicazioni giuste in seguito ad una corretta analisi.

“E tutto ciò dovrebbe succedere il prima possibile. Evitate di perdere tempo con sciampi, cremine, lozioni o fialette che nulla hanno a che vedere con una vera cura contro la Caduta dei Capelli. Prima si interviene, maggiore sarà il numero di follicoli capillari che riusciremo a salvare”.

Calvizie e Mare: la tempestività nell’intervento è essenziale ed è spiegata dalle dinamiche di attacco dell’Alopecia Androgenetica.

Il dottor Conti fa riferimento all’importanza di essere tempestivi nella diagnosi della Calvizie. Testualmente “…Prima si interviene, maggiore sarà il numero di follicoli capillari che riusciremo a salvare…”. Cosa vuol dire Dott. Conti?

Vuol dire che L’Alopecia Androgenetica (AGA) è una malattia multifattoriale, ossia dipende da molte cause che vedremo, ed ha carattere evolutivo.

Una volta partito il meccanismo che porterà alla patologia, questo continuerà a lavorare in sordina per tutta la vita, indebolendo i capelli e portandoli progressivamente all’atrofia.

È per questo motivo che una diagnosi tempestiva ed un altrettanto pronto riscontro terapeutico, basato sulle conoscenze della Medicina Rigenerativa, riusciranno a salvare il maggior numero di capelli.

Se si perde tempo, si dà modo all’AGA di miniaturizzare per sempre un numero di capelli direttamente proporzionali al tempo perso”.

E se il tempo si è irrimediabilmente perso, se la nostra calvizie è andata un po’ troppo avanti, che possibilità di cure abbiamo, la Medicina Rigenerativa diventa inutile?

“Assolutamente no! La Medicina Rigenerativa svolgerà un prezioso ruolo riequilibrante sia in caso di diagnosi tempestiva su una calvizie incipiente, sia in caso di Alopecia avanzata.

Se nel primo caso abbiamo anche la possibilità di un arresto totale delle dinamiche di diradamento, fino a casi di significativa ricrescita di capelli, nel caso delle Alopecie avanzate la Medicina Rigenerativa conserva un ruolo essenziale”.

Zone ormai diradate che necessitano di un Trapianto di Capelli, saranno più facilmente trattabili se un adeguato Protocollo di Medicina Rigenerativa le avrà precedentemente rafforzate e portate ad una condizione di salute ottimale.

Parliamo di maggiore resistenza al traumatismo della microchirurgia, parliamo di superiore tasso di attecchimento delle unità follicolari trapiantate.

Infine e soprattutto parliamo di una naturalezza estetica ed una stabilità clinica tali da prolungare sensibilmente la vita stessa del trapianto di capelli”.

Calvizie e Mare: HairClinic sfrutta da tempo il più avanzato Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa.

In HairClinic BioMedical Group siamo assolutamente consapevoli del grande potenziale delle terapie di Medicina Rigenerativa.

È per questo motivo che da oltre dieci anni eseguiamo in Italia l’unico Protocollo Multidisciplinare Anticalvizie di Medicina Rigenerativa oggi in campo, il Protocollo bSBS.

Il bSBS non ha alcun effetto collaterale, perché sfrutta l’azione di alcuni composti naturali presenti nel nostro sangue. La sua azione promuove un significativo contrasto alla Perdita dei Capelli su basi stabili e durature.

Come già accennato se il paziente è leggermente o mediamente diradato, bSBS agirà come una reale terapia di contrasto alla Calvizie, non chirurgica, non farmacologica e completamente indolore.

Se non si riuscisse a stimolare appieno il rinfoltimento, o se ci ritrovassimo nel caso tratteggiato poc’anzi di Calvizie un po’ più avanzata, il Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa può essere associata ad un Trapianto di Capelli di rifinitura estetica, con tecnologia atFUE.

In questo caso il protocollo funge da potenziamento per migliorare stabilità, naturalezza e longevità del Trapianto.

Calvizie e Mare: cenni su Alopecia Androgenetica da Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Alopecia_androgenetica

Calvizie e Mare: cenni su Trapianto di Capelli da Wikipedia
https://it.wikipedia.org/wiki/Autotrapianto_di_capelli



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 34.207.230.188

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.