Finasteride Inibitore DHT: gli inibitori delle 5-Alfa Reduttasi.

Finasteride Inibitore DHT e non solo: lunga è la lista delle molecole studiate per inibire le 5-α-reduttasi. Solo alcune sono efficaci, altre, sebbene ancora sul web, no!

Finasteride Inibitore DHT: cosa fa un inibitore delle 5-α-reduttasi?

Per capire perché questa classe di molecole sia di estremo interesse per la ricerca farmacologica, bisogna comprendere qual è il meccanismo di funzionamento di un inibitore delle 5-α-reduttasi (5αR).

Le 5-α-reduttasi di tipo 1 e 2 sono enzimi naturali che trasformano il testosterone in Diidrotestosterone (DHT). Mentre il primo è un importantissimo ormone sessuale maschile, parte di complessi ed essenziali equilibri fisiologici in uomini e donne, il secondo ne è un derivato universalmente ritenuto come uno dei principali responsabili della comparsa e dell’evoluzione dell’Alopecia Androgenetica.

Da questa definizione si comprende come sia importante che questi enzimi vengano in qualche modo controllati o che se ne abbassi la loro concentrazione nel flusso ematico, perché si ottenga un abbattimento dei segni della calvizie o, in casi davvero fortunati, persino una sua regressione.

Nell’ultimo decennio del XX secolo, la ricerca clinica appuntò quindi la sua attenzione su tutti quei composti che fossero dotati di questa azione inibitoria.

Finasteride Inibitore DHT: dalla ricerca di un farmaco per controllare l’Ipertrofia Prostatica Benigna, viene individuato il capostipite dei farmaci anticalvizie moderni.

La Finasteride fu introdotta sul mercato dalla Merck nel 1997 e ha sicuramente costituito un grosso passo in avanti riguardo al concetto di trattamento farmacologico contro la caduta dei capelli. Tale principio attivo fu proposto commercialmente come Proscar (dosaggio di 5 mg di Finasteride), ma il nome più noto è indubbiamente Propecia (dosaggio di 1 mg).

La ricerca farmacologica in realtà stava investigando i suoi effetti nella cura dell’iperplasia prostatica, ma in corso d’opera si notò che tra i suoi effetti secondari vi era quello di una apprezzabile ricrescita dei capelli, dovuta proprio a quella inibizione della produzione di DHT.

Purtroppo vennero individuati anche altri effetti secondari, stavolta indesiderati, e questo lanciò un’attiva ricerca di altri membri della famiglia degli inibitori della 5-α-reduttasi, che fossero dotati di equivalente o superiore efficacia nel contrasto alla caduta dei capelli, senza però i delicati effetti collaterali, che essenzialmente riguardavano la sfera sessuale.

Finasteride Inibitore DHT: la lista degli inibitori della dalla 5-α-reduttasi.

I membri della famiglia degli inibitori della 5-α-reduttasi è lunga: Finasteride, Dutasteride, Epristeride, Alfatradiol ed Estratto di Serenoa Repens, sono stati ben caratterizzati e quindi sono disponibili commercialmente; Bexlosteride, Izonsteride, Lapisteride, Turosteride, TPZ 4238, FCE-28260, MK-386 e moltissime altre molecole simili sono state studiate nel tempo, ma spesso si sono rivelate dei vicoli ciechi, non uscendo mai quindi dalla fase di sperimentazione pre-clinica.

Il tentativo di controllare gli effetti indesiderati, mantenendo nel contempo l’efficace azione di controllo dell’attività della 5-α-reduttasi, ha anche spinto la ricerca verso formulazioni topiche, che riuscissero quindi a mitigare gli effetti sistemici, ossia dovuti alla assunzione per bocca del farmaco.

Finasteride Inibitore DHT: un’alternativa agli inibitori della 5-α-reduttasi somministrati per via sistemica, il gel per uso topico.

La formulazione del Gel di Finasteride al 2,5% per uso topico, fu il primo sviluppo di una formulazione di un inibitore dell’azione della 5-α-reduttasi, che fosse alternativa a quella classica.

Questa formulazione è indicata laddove i soggetti in cura abbiano mostrato la comparsa di effetti collaterali sulla sfera sessuale e quindi non vogliano procedere oltre con l’assunzione per via orale del farmaco.

È comunque da ribadire che anche per la Finasteride in Gel, valgono le medesime limitazioni che per la formulazione classica in pillole: per esempio è assolutamente controindicato per le donne in stato di gravidanza qualsiasi forma di contatto anche accidentale o indiretto.

Finasteride Inibitore DHT: una vera cura della calvizie, naturale e senza effetti indesiderati esiste già!

La Medicina Rigenerativa è ad oggi l’unica via percorribile se si parla di terapie per il controllo della calvizie. L’efficacia terapeutica degli inibitori della 5-α-reduttasi, è indubbia, ma altrettanto confermata è l’esistenza di importanti effetti indesiderati, per i quali la ricerca è costantemente alla ricerca di soluzione.

Il ricorso ai benefici della Medicina Rigenerativa è un iter totalmente privo di effetti indesideratiLa stimolazione del follicolo capillare, grazie all’azione sulle cellule staminali, operata con opportune metodiche la cui efficacia e salubrità sono fuori discussione, riesce a riattivare i follicoli che non si trovino ancora in una situazione di atrofia permanente e quindi siano ancora attivi e ricettivi.

Finasteride Inibitore DHT: dal sangue del paziente i principi attivi di Rigenerazione Cellulare.

Un prelievo di sangue, l’estrazione da esso dei preziosi principi attivi autologhi di rigenerazione cellulare (piastrine, fattori di crescita, chemochine, citochine), l’infiltrazione di questi sia nelle zone che necessitano di attenzioni e in tutto lo scalpo per avere il più alto potenziale di Rigenerazione Cellulare ed infine l’attivazione per mezzo di terapie antinfiammatorie e stimolanti… e il gioco è fatto… le più alte possibilità di un vero risultato positivo, un contrasto alla calvizie senza paragoni favorito con mezzi del tutto naturali e con principi attivi totalmente autologhi (cioè appartenenti al paziente stesso).

Non esiste alcun effetto collaterale di sorta, se non un indolenzimento moderato e passeggero del cuoio capelluto. Questo è risultato di una ricerca scientifica che va avanti da oltre quarant’anni, che approfondendo la conoscenza delle potenzialità rigenerative di composti naturali che sono già dentro di noi, ha formato un protocollo terapeutico di cui noi in HairClinic Bio Medical Group siamo orgogliosi alfieri da oltre otto anni.

FInasteride Inibitore DHT. Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS: in Italia dal 2009 HairClinic Bio Medical Group.

Questo protocollo esclusivo consta di cinque fasi, per promuovere le più alte possibilità di successo nel contrasto alla calvizie. Nel caso in cui il paziente sia in una condizione iniziale di perdita di capelli, sempre in accordo con la sua personale capacità di risposta alla terapia, il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS può favorire  l’arresto o finanche la regressione dell’evoluzione della calvizie.

Se invece il paziente soffra di una calvizie conclamata ed avanzata, che non possa quindi più essere risolta solo con metodi non chirurgici, allora il protocollo bSBS è propedeutico e preparatorio per un autotrapianto di capelli che vada a coprire i danni ormai dati dalla caduta di capelli. In questo caso il bSBS va a promuovere un vero e proprio riequilibrio del sistema “scalpo-capelli”.

Da questa breve descrizione, quindi, si comprende come i principi di rigenerazione cellulare autologhi, potenziati dalla Matrice ExtraCelllare nativa, estratta in maniera indolore per mezzo di HemoDrainECM, che vanno a costituire ciò che noi chiamiamo le Unita di Rigenerazione Cellulare (URC), sono la risposta più indicata per favorire il “risveglio” dei follicoli ancora attivi, magari in uno stato di “dormienza”, ma, sottolineiamo, senza effetti indesiderati al 100%.

Finasteride e non solo, notizie sulla Finasteride su Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Finasteride



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 66.249.76.20

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.