Berlusconi e i suoi capelli
Berlusconi e i suoi capelli

Berlusconi e i suoi capelli: storia di un’evoluzione.

Berlusconi e i suoi capelli: il simbolo di un problema mal sopportato.

Berlusconi e i suoi capelli: dopo un periodo di basso profilo, l’ex-cavaliere torna alla ribalta con i suoi capelli sempre “in piena evoluzione”.

Silvio Berlusconi e i suoi capelli, storia di amore e odio. Il fatto che Silvio Berlusconi odi la sua Calvizie è una cosa molto evidente. Durante la più che quarantennale storia di personaggio pubblico, Berlusconi e i suoi capelli sono stati spesso al centro di attenzioni più o meno garbate.

In tutto la sua lunga vita da personaggio pubblico, ha mostrato prima la comparsa e l’evoluzione della sua Calvizie, quindi tutti i modi possibili per nasconderla o fronteggiarla. Le prime fotografie che riguardano Silvio Berlusconi lo mostrano giovane animatore e cantante, imbarcato sulle navi da crociera degli anni ’60 del secolo scorso. Quello che vediamo è un giovane dotato di una normale e folta capigliatura, ma sempre e comunque accompagnato dal suo inseparabile cappello a falde larghe.

Che sia un indizio del fatto che il giovane Silvio nascondesse già un vertex con qualche problema? La certezza, ovviamente, non c’è, ma, visto come poi sappiamo essere andata, un classico quadro evolutivo di un’Alopecia Androgenetica (AGA) sarebbe compatibile con questo scenario.

I primi venti anni di evoluzione.

Berlusconi e i suoi capelli: i ruggenti anni ’70-‘90, anche per la calvizie…

Con il ventennio che va dal 1970 al 1990 Berlusconi comincia la scalata al successo incondizionato. Dapprima come imprenditore edile di successo e poi come “re delle televisioni”, si mostra in pubblico con problemi di calvizie sempre più importanti. Linea frontale arretrata, capelli lasciati un po’ “lunghetti” per coprire di più, indizi di colorazione del cuoio capelluto.

L’Alopecia Androgenetica è una condizione legata ai profondi meccanismi fisiologici dell’organismo e come tale ha carattere evolutivo ed inarrestabile.

I Follicoli Capillari che geneticamente sono predisposti, andranno in sofferenza per l’azione tossica di Diidrotestosterone (DHT) e Prostaglandina D2 (PGD2). Con il passare del tempo sempre più capelli andranno KO.

Dal 1990 in poi…

Berlusconi capelli: il periodo politico e la famosa bandana.

Con gli anni ’90 si apre un’altra importante parentesi nella vista di Silvio Berlusconi. Toccato l’apice di tutte le attività intraprese è ormai un imprenditore di successo coinvolto nella gestione del Milan, resa squadra vincente, imperatore supremo della comunicazione televisiva e soprattutto in procinto di “scendere in campo” nella politica.

Anche la calvizie continua a “mietere successi”. Ormai, sulla soglia dei sessant’anni il capo di “Sua Emittenza” è decisamente calvo. Pochi sparuti capelli resistono sulla parte superiore del capo che è incoronato soltanto da una striscia di capelli in zona laterale e occipitale. Ma siamo ad una svolta storica… nel 2004 in Sardegna, compare una bandana…

In quelle settimane molto si scrisse su quella bandana. Anche Tony Blair non nascose un certo disagio nel posare accanto al “Cavaliere munito di bandana” per le foto di rito durante il suo soggiorno in Sardegna. Quella bandana copriva i segni post-chirurgici di un trapianto di capelli.

Nei mesi successivi ciò si rese più evidente, visto che su una testa completamente calva cominciarono a spuntare nuovamente capelli. Berlusconi faceva uso, così come tutt’oggi, anche di coloranti e fibre di cheratina, per aumentare ancora di più l’effetto di rinfoltimento… anche se la naturalezza di tutto ciò ne risente un po’.

Berlusconi e i suoi capelli. “Il risultato estetico di Berlusconi sembra “finto” non voglio una cosa del genere!”.

Questa è una delle frasi che ci sentiamo dire spesso dai nostri pazienti. Noi spieghiamo bene il perché del risultato di Berlusconi, il perché oggi la sua situazione estetica non è delle più naturali, e di come oggi si possa evitare questa strada. Chi esegue 2 o 3 trapianti non vuole poi usare creme coprenti e altri stratagemmi… vuole i capelli! La strategia di approccio deve essere dunque una strategia Multidisciplinare…

Inoltre facciamo sempre presente che ogni chirurgo e specialista ha il suo modo di approcciare il problema. Nella fattispecie il Dott. Piero Rosati ha fatto quello che riteneva più opportuno per il suo paziente. Il momento storico non offriva niente di più.

Oggi si può, anzi si devono fare passi completamente differenti, e chi non si aggiorna e rimane inchiodato alle sue convinzioni, non evolve e non cresce umanamente e professionalmente.

Qual è la situazione oggi?

Berlusconi e i suoi capelli: oggi e domani… solo “trucco e parrucco”?

Che la situazione sia rimasta pressoché inalterata da allora è sotto gli occhi di tutti. Non ci è dato sapere, anche se è molto probabile, se l’ex-cavaliere abbia provato a sottoporsi a ulteriori interventi di rinfoltimento chirurgico.

L’unica cosa certa è che purtroppo Berlusconi non abbia fatto ricorso ai benefici della Medicina Rigenerativa. Il perido storico dei suoi trapianti risale a molti anni prima che la Medicina Rigenerativa vedesse il suo ingresso nella cura della calvizie. Come come è ormai noto, un intervento di questo tipo avrebbe potuto prolungare in maniera evidente la durata di un Trapianto di Capelli e la sua qualità estetica finale.

Un Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa, ha come scopo quello di risvegliare nei nostri pazienti la Vix Medicatrix Naturae, ossia la forza medicamentosa della Natura. È grazie a questo concetto che possiamo opporre un contrasto efficace e naturale a quella tendenza evolutiva che è tipica dell’AGA.

Oggi la svolta è la Medicina rigenerativa.

Berlusconi e i suoi capelli. Una risorsa preziosa è data dalla Medicina Rigenerativa.

L’approccio non farmacologico di contrasto alla Calvizie vede nella Medicina Rigenerativa una risorsa importantissima. Un adeguato Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa può svolgere la sua attività su tutti i pazienti, indifferentemente dalle caratteristiche personali di ognuno di loro.

Anzi, per la precisione è vero il contrario. Infatti per il fatto che l’Alopecia è una malattia multifattoriale e a carattere evolutivo, affrontarla su più fronti grazie alla Medicina Rigenerativa, ci mette nelle condizioni di soddisfare il complesso collage di caratteristiche personali che un solo modo di azione (tipico dell’approccio farmacologico) non può fare.

In HairClinic BioMedical Group siamo assolutamente consci di questa grande potenzialità e da dieci anni eseguiamo in Italia il più evoluto tra i Protocolli Anticalvizie basati sulle conoscenze delle Medicina Rigenerativa.

Oggi possiamo infatti approfittare di Protocolli di Medicina Rigenerativa Avanzata come efficace mezzo per ristabilire tutti gli equilibri fisiologici che promuovono una più duratura e stabile condizione di buona salute di cuoio capelluto e capelli.

Il protocollo bSBS e le sue potenzialità.

Il Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa bSBS.

Il Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa bSBS è una vera e propria cura della Calvizie completamente indolore e non solo farmacologica. Essa favorisce il contrasto alla evolutività della Alopecia mediante principi attivi naturali estratti direttamente dal sangue del paziente.

Se il Diradamento Capillare è di modica entità e quindi ancora recuperabile – precisa il Dott. Conti – l’evoluzione della Calvizie può essere rallentata o addirittura bloccata con significative probabilità di successo.

La calvizie è un processo naturale, Minoxidil Solfato

Se, invece, ci troviamo in una condizione più avanzata, il Trapianto di Capelli rimane la scelta più consigliata, ma a condizione che il Protocollo Multidisciplinare bSBS sia suo compagno di ventura.

Trapianto Capelli, La calvizie è un processo naturale, Minoxidil Solfato

Solo la sinergia tra microchirurgia di rinfoltimento e Protocollo Multidisciplinare sarà in grado di favorire quel potenziamento citato più volte e che darà durata ed efficacia del Trapianto. 

I Vantaggi di bSBS.

I vantaggi del Protocollo Multidisciplinare.

  • Consente di affrontare la Caduta di Capelli nella sua totalità.
  • Aggredisce la Calvizie su più fronti.
  • Non crea traumi, si applica con un micro-ago calibrato.
  • Tecnologia più Avanzata al Mondo per la Separazione Cellulare Autologa.
  • È una Terapia coordinata sul Paziente e non dissociata e fine sa sé stessa.
  • È privo di effetti collaterali e controindicazioni.
  • Viene eseguito solo da Medici Specialisti.
  • È una pratica Garantita e Sicura.
  • È un potenziamento insostituibile del Trapianto di Capelli.

Benefici essenziali, nessuno Escluso.

bSBS Capelli, PRP Capelli, hCRP Capelli, Minoxidil Solfato
bSBS Capelli, PRP Capelli, hCRP Capelli

Parlando di Trapianto di Capelli e necessario supporto e potenziamento, è necessario ribadire che il Protocollo di Medicina Rigenerativa Multidisciplinare incarna tutto questo. Come ormai sappiamo la microchirurgia non basta a guarire la Calvizie perché non è una cura. In caso di Calvizie avanzata dà senz’altro una mano a coprire i danni e gli inestetismi dati dalla perdita dei Capelli. Però abbiamo necessità che questi risultati estetici siano potenziati e resi stabili nel tempo.

L’azione di bSBS andrà proprio a promuove il riequilibrio degli assetti fisiologici del sistema scalpo-capelli. È questa azione che andrà a favorire quel desiderato potenziamento, presupposto per l’ottenimento di risultati clinicamente validi, naturali e soprattutto di lunga durata.

Recensioni.

Recensioni Certificate sul Protocollo Rigenerativo.

Recensioni Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS. Oltre 1400 Recensioni Certificate e decine di Video Testimonianze e Valutazioni di veri Pazienti. Ogni Recensione è Certificata da Feedaty. HairClinic raccoglie le recensioni in forma cartacea e controfirmata dal paziente e le consegna a Feedaty la quale pubblica le sole valutazioni. Guarda altre video Recensioni: HairClinic Recensioni Certificate.

HairClinic Academy.

Ogni giorno noi vogliamo comprendere perché alcune terapie non portano a risultati duraturi. Perché un Trapianto di Capelli non basta a risolvere la calvizie? Quali azioni si possono intraprendere per agire in modo serio e completo? Vogliamo scoprire quale sia l’approccio terapeutico più avanzato per affrontare anche la tua calvizie. Questo e molto altro viene spiegato dal Dott. Mauro Conti nei Video Academy, guardali adesso.

Premio Le Fonti INNOVATION Awards®.

HairClinc Academy è Eccellenza nella Cura della Calvizie. Guarda la news completa.

Interviste e Media.

AdnKronos, Agi Stampa, Ansa, TgCom24, Tg StudioAperto Italia1, TG5 Salute e Molti altri.

Leggi di più.

bSBS – FAQ.

Le domande più frequenti sul Protocollo bSBS.

Cos’è la Calvizie?

La Cavlizie Comune Ereditaria è diffusa in tutto il mondo e colpisce sia uomini che donne di tutte le età ed etnie. È caratterizzata da una progressiva miniaturizzazione dei capelli. Questi, ciclo dopo ciclo, cadono per ricrescere sempre più deboli e sfibrati. La conclusione di questo processo porterà all’atrofia del Capello. Colpisce prevalentemente gli uomini, ma, come accennato, anche le donne ne sono affette in modo sempre più evidente.

Quali sono i responsabili della Caduta di Capelli?

Le vere Cause della Calvizie sono il Diidrotestosterone (DHT) e la Prostaglandina D2 (PGD2). Il primo è un composto naturale derivato dal Testosterone. Per azione di un enzima, la 5-alfa-Reduttasi questo viene trasformato in DHT che è responsabile dello squilibrio del Cuoio Capelluto e dei Bulbi Capillari. Sintomi quali Seborrea, forfora eccessiva e quel processo di miniaturizzazione che alla fine porta all’atrofia follicolare ne sono conseguenza. La PGD2 invece sostiene una condizione infiammatoria cronica che aggrava i danni dati dal DHT.

C’è differenza tra Calvizie Femminile e Calvizie Maschile?

La calvizie non ha distinzione di genere. Si tratta della stessa condizione di Caduta dei Capelli. Effettivamente la sintomatologia ha delle differenze, ma DHT e PGD2 sono i responsabili comuni. A loro si deve la sofferenza dei capelli che nella donna porta ad un indebolimento prevalente sulla parte superiore del capo. Nell’uomo invece è comune la nota perdita di capelli sulle tempie e sul vertex. Queste quindi procedono per lasciare infine la classica “coroncina” di capelli in zona parietale ed occipitale del capo.

Lo stress può essere causa di calvizie?

Lo stress, come altri fattori esterni, può concorrere al peggioramento di una Caduta di Capelli. Non si tratta di una vera causa. Si tratta, semmai, di una concausa e la sua influenza è importante per determinarne un peggioramento. Esistono altre “concause” che possono variare da caso a caso. Un esempio possono essere cattive abitudini alimentari, eccessi e abusi o altre patologie.

È possibile curare la Calvizie con lozioni o shampoo anticaduta?

La risposta è no! Questo è uno dei più comuni errori che si fanno quando si cominciano a perdere i capelli. Le cause della Caduta di Capelli sono molto profonde e legate agli equilibri fisiologici dei Follicoli Capillari. Per nostra fortuna la cute è un efficiente barriera. Essa non permette alcuna intrusione dall’esterno. Una lozione, uno shampoo, una maschera rigenerante per capelli non possono nulla dunque sulle vere cause della Caduta dei Capelli. Tutti i “cosmetici anticalvizie”, facilmente reperibili sul mercato, sono solo dei palliativi. Potranno pure pulire e rendere i capelli morbidi e curati, ma questi stessi capelli continueranno a cadere.

Esistono integratori alimentari che combattano la Calvizie?

Anche in questo caso la risposta è no. È vero che condizioni di malnutrizione o semplici carenze alimentari possano avere un effetto negativo sulla salute generale di capelli e cuoio capelluto. È però anche vero che non esiste un integratore che da solo sia in grado di curare la calvizie. Se una corretta integrazione Nutraceutica è invece inserita nel contesto completo di un Protocollo Multidisciplinare Anticalvizie, essa può giocare le sue carte. In questo caso può concorrere a creare le migliori condizioni di buona salute generale del sistema costituito da Cuoio Capelluto e Capelli.

Il PRP Capelli cura la Calvizie?

La risposta qui è… no, ma parliamone. Il PRP Capelli è stata la prima terapia per la stimolazione cellulare dei Capelli con qualche difficoltà. Le sue basi sono ben salde nel campo della Medicina Rigenerativa. Il gel piastrinico che contiene tutti i principi di Rigenerazione Cellulare è effettivamente in grado di agire sul Capello. Però da solo non basta. Il PRP Capelli non può essere definita come una vera cura della Calvizie per molti motivi. Senza dubbio però, il più importante è che esso viene usato come una terapia isolata e fine a sé stessa.

Il Trapianto di Capelli cura la Calvizie?

No, il Trapianto di Capelli non basta. Esso copre i danni dati dalla Calvizie. Questo è infatti il motivo per il quale è indicato nelle calvizie molto estese, ma decisamente non è una cura. DHT e PGD2 continueranno nella loro attività distruttiva, tanto che un Trapianto non potenziato non può durare a lungo. Dopo due o tre anni è da ripetere. È qui che la Medicina Rigenerativa si inserisce e potenzia i risultati del Trapianto di Capelli rendendoli più naturali, duraturi ed efficaci.

Quando si consiglia un Trapianto di Capelli?

Il Trapianto di Capelli è uno strumento utile quando la Calvizie sia andata un po’ troppo avanti. Sappiamo infatti che in casi di evoluzione un po’ troppo spinta i Follicoli Capillari si atrofizzano. Questa è una situazione di non ritorno che lascia zone glabre o diradate. Il Trapianto in questo caso agisce sul rinfoltimento chirurgico di queste aree, di fatto coprendo i danni estetici. Ma ribadiamo il concetto che un Trapianto non potenziato sarà da rifare nel giro di due o tre anni.

In cosa consiste il Protocollo Multidisciplinare bSBS?

Il Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa bSBS è un insieme di avanzate applicazioni cliniche. Queste insieme agiscono per favorire un efficace contrasto alla Caduta di Capelli. Non si tratta dunque della cura di un solo aspetto, ma un attacco a 360 gradi a tutte le componenti di uno squilibrio complesso come la Calvizie.

Quanto costa il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS?

Il Protocollo di Medicina Rigenerativa Multidisciplinare bSBS, ha un costo di 3600,00 Euro. Viene eseguito una volta sola e tutte le tecnologie che lo compongono agiscono, ognuna su un aspetto differente della calvizie. Può prevedere 1 o 2 richiami nel primo anno, oppure dal secondo al quinto anno. I Richiami sono inclusi nei costi.

Il Protocollo Multidisciplinare ha controindicazioni?

No. I principi di Rigenerazione Cellulare alla base della sua azione sono autologhi. Questo è il motivo per il quale sono ben tollerati dal paziente. Essi sono in un primo momento prelevati e poi reintrodotti nella cute del paziente in un secondo.
Trovate più informazioni sul bSBS cliccando qui.

Lascia un commento

Compila il form per convalidare e lasciare la tua recensione.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.