I Capelli dialogano tra loro con un proprio linguaggio.

I capelli dialogano tra loro: un linguaggio biochimico alla base del dialogo che coordina la crescita dei capelli.

I capelli dialogano tra loro: dalla comprensione del linguaggio dei capelli una nuova via per curare la calvizie?

Sembra fantascienza ma una ricerca sostiene che i capelli dialoghino tra di loro. Come fanno peli corporei e capelli a crescere in maniera coordinata ed uniforme? Questa domanda ha avuto recentemente una risposta grazie alla ricerca condotta dal team del Dottor Maksim Plikus, presso la University of California di Irvine. Le sue implicazioni sono molto interessanti, perché, potenzialmente, si apre una ulteriore strada da comprendere ed investigare per giungere ad una possibile cura della calvizie.

Il ciclo di crescita di peli corporei e capelli non è continuo ma è caratterizzato da un andamento per fasi: anagen, catagen e telogen. La prima dalla durata, che varia tra i 3 ed i 7 anni, è la fase di crescita e maturazione del capello; la seconda è una fase in cui il capello ferma la sua crescita e comincia a superficializzarsi e dura da due a tre settimane; infine la fase telogen porta al distacco ed alla naturale caduta del capello per ricominciare il ciclo, durata tra i due ed i tre mesi.

Queste fasi sembrerebbero non indipendenti le une dalle altre. Il loro perfetto sincronismo, che non lascia spazio a irregolarità di una chioma normale, si deve al fatto che i capelli comunicano tra di loro per mezzo di due molecole-segnale: la Wnt che attiva la crescita e la BMP che ne determina l’arresto. Questo meccanismo di regolazione presiede quindi alla uniformità della densità di peli corporei e capelli.

I capelli dialogano tra loro: la comunicazione tra le diverse regioni di epidermide.

Da studi precedenti, effettuati sempre in California nel 2013, si conosceva già l’importante ruolo dell’equilibrio Wnt-BMP nella regolazione della normale crescita dei capelli, ciò che si è appreso dagli studi del dottor Plikus è che anche diverse aree della pelle si comportano analogamente, “mettendosi d’accordo” con lo stesso canale di comunicazione, espandendo, di fatto a tutta l’epidermide, tale caratteristica.

Una curiosa nota, di cui dover tener conto nel prosieguo della ricerca, è che ogni “distretto” di pelle ha il suo “dialetto locale” e zone vicine riescono a comprendersi grazie all’uso di “messaggi simili”. L’interesse principale, in un’ottica di lotta alla calvizie, è decisamente appuntata sul meccanismo di stimolo alla crescita dovuto alla molecola Wnt.

I capelli dialogano tra loro: riattivare la comunicazione tra zone di scalpo che “non si parlano più”, può essere la nuova frontiera della cura della calvizie?

La comunicazione tra diversi distretti, potrebbe quindi essere una chiave importante per portare aree in cui la crescita dei capelli è decisamente sotto tono, ad una condizione diversa e più vitale. Quando la calvizie comincia a dare segno di sé, le prime zone che cominciano a diradarsi, mostrando quindi una perdita di coordinazione con il resto del capo, sono le tempie il vertex. È evidente che queste zone non sembrano più comunicare con la zona occipitale, che notoriamente è quella più resistente agli effetti della perdita di capelli.

L’obiettivo principale in questo stadio della ricerca è quello di comprendere come riallacciare questo dialogo, per stimolare la ricrescita dei capelli nelle zone che cominciano a perdere densità.

Fondamentale nello sviluppo di questo studio è stato l’apporto del “modelling computazionale”. I meccanismi biologici che presiedono la crescita dei peli su tutta l’epidermide sono, infatti, così complessi, che si deve fare ricorso alla simulazione computazionale di tutto il sistema. Un po’ come i modelli di previsione meteorologica o quelli ancora più complessi che cercano di spiegare le dinamiche di espansione dell’universo.

I capelli dialogano tra loro: lo stato dell’arte al momento e i possibili sviluppi del controllo Wnt-BMP per combattere la caduta di capelli.

Con la comprensione di meccanismi biologici complessi, difficilmente comprensibili con studi “in vivo”, ma a portata di mano grazie alle simulazioni matematiche, la soluzione sembrerebbe a portata di mano, ma non è proprio così. Sono necessari infatti ancora molti approfondimenti per meglio comprendere quelle dinamiche che sono essenziali alla messa a punto di una efficace lotta alla calvizie.

In questo momento l’attenzione del gruppo di ricerca del dottor Plikus è rivolta all’individuazione di tutti i possibili livelli di comunicazione Wnt-BMP. Alcuni, infatti, favoriscono la crescita dei capelli, altri la bloccano. Solo avendo il quadro completo di tutti i possibili scenari di questo sensibilissimo equilibrio, si potranno individuare le situazioni ottimali per una proficua stimolazione alla crescita del capello, in tutti quei casi in cui zone in fase di diradamento e zone ancora intatte…”non si parlino più”.

I capelli dialogano tra loro e una cura efficace di contrato alla calvizie è già attiva.

La Rigenerazione Cellulare è da anni la punta di diamante per il contrasto alla caduta di capelli. La Medicina Rigenerativa è, ad oggi, un canale privilegiato quando si parla di terapie di contrasto alla caduta dei capelli. Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS eseguito in Italia in HairClinic Bio Medical Group, è da anni il più interessante ed efficace modo di contrasto alla calvizie. Esso è molto versatile e vi si può far ricorso sia come vera e propria terapia non chirurgica di contrasto alla caduta dei capelli, sia come supporto ad un Trapianto Capelli , in prima battuta con funzione preparatoria, in seguito come supporto vero e proprio per prolungarne l’efficacia.

Le sue fasi vedono: la grande efficienza e selettività di una tecnologia di separazione dei principi naturali autologhi, responsabili della rigenerazione cellulare, otticamente assistita (hCRP); il potenziamento di tali principi grazie alla Matrice ExtraCellulare nativa liquida, estratta dal paziente stesso mediante l’emoconcentratore HemoDrainECM; la potente azione antinfiammatoria di tutto il sistema scalpo-capelli (HairCarboxyTherapy e HairOzone).

Promuovendo le migliori condizioni di salute in quei follicoli ancora ricettivi alla stimolazione, abbiamo la massima probabilità di promuovere risultati più validi e di lunga durata, favorendo le più alte possibilità di successo clinico ed estetico complessivo.

I Capelli su Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Capelli



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 34.204.189.171

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.