Consigli Calvizie, cosa fare e cosa non fare.

Consigli Calvizie, cosa fare e cosa no: ogni tanto la stampa riporta “elenchi magici” su cosa fare e cosa non fare in tutti i campi… anche per la Calvizie!

Consigli Calvizie, cosa fare e cosa no: alcuni esempi di elenchi magici

Puntuale come ogni cambio di stagione, la stampa, e oggi anche Internet, elenca metodi per attenuare la caduta di capelli. È curioso, ma sembra che ogni stagione abbia il suo vademecum, i suoi “consigli Calvizie” per scongiurare problemi  che sembrano sempre sul punto di arrivare.

Vediamo, quindi, quali informazioni sia possibile trovare e cerchiamo di spiegare se sono utili o meno.

Consigli Calvizie: l’elenco dei comportamenti virtuosi.

Cominciamo con una serie di raccomandazioni. Cosa fare per  contrastare la Caduta di Capelli.

Usate il latte di cocco! Avete i capelli secchi, fini e fragili? Il latte di cocco fa al caso vostro! Ricco di nutrienti e di emollienti ridurrà la vostra Caduta di Capelli.

Aloe vera a go go! Massaggiate lo scalpo con il gel di aloe, lasciate un paio di ore e quindi risciacquate con acqua tiepida. Avrete capelli più sani e splendenti!

Massaggi con olio di oliva. Pochi conoscono i vantaggi di un bel massaggio della testa con l’olio di oliva. Questa abitudine, tipicamente orientale e condotta con vari tipi di olio, aiuta moltissimo a contrastare la vostra caduta di capelli.

Impacchi di uova o yogurt. Se la caduta di capelli è davvero importante, il rimedio deve essere importante anch’esso. Come perdere l’opportunità di un bell’impacco di uova e yogurt per rinforzare i vostri capelli?

Tagliate i capelli corti che si rinforzano. (Qui eviterei qualsiasi ulteriore commento. N.d.A.)

Attenzione a mangiar sano. Il cibo di cattiva qualità o le diete squilibrate, specie se associate ad una buona dose di stress, fanno perdere i capelli.

Consigli Calvizie: i buoni consigli sono tutti cosmetici!

La parte visibile dei capelli, chiamata fusto, è la parte non vitale di tutto il sistema scalpo-capelli. Quando il fusto emerge dal cuoio capelluto, per così dire i giochi sono fatti. È per questo motivo che qualsiasi trattamento che si prenda cura del fusto, o anche del cuoio capelluto, è solo cosmesi. Le cause della calvizie sono diverse e molto più profonde.

Così come è inutile tagliare i capelli, proprio per lo steso motivo. Il capello non si comporta come una pianta, che, se sapientemente potata, può essere rinvigorita.

Per quanto riguarda l’ultimo, quello è invece un ottimo consiglio per limitare alcune concause della caduta di capelli. Stress, e cattivi stili di vita, o alimentari, fanno male un po’ a tutto. Quindi anche i capelli ne risentiranno, ma non possono essere considerati come le vere cause della calvizie.

Consigli Calvizie: l’elenco dei comportamenti da evitare.

Vista la carrellata dei buoni consigli, diamo una rapida occhiata ai comportamenti da evitare… alcuni saranno davvero esilaranti.

Non asciugate i capelli con violenza! I capelli vanno rispettati, non vanno strapazzati. Ciò porterà alla loro caduta.

Evitate le code di cavallo. Legare i capelli in maniera troppo stretta può letteralmente tirarli via dalla loro sede. Attenzione a non esagerare.

Il caldo fa male ai capelli. Evitate quanto più possibile l’acqua calda, gli asciuga capelli, le piastre e i caschi, o, almeno, limitarne l’uso.

Non usare troppi prodotti. Sciampo, balsamo, lacca, gel per capelli… sono tutti nocivi! Sciacquate sempre bene i capelli ed evitate di usare prodotti troppo aggressivi.

Attenzione al cappello! L’uso continuo ed estensivo del cappello soffoca i capelli (…cos’altro aggiungere?)

Consigli Calvizie: i comportamenti da evitare… più superstizione che scienza!

Che il cappello facesse cadere i capelli è una notizia che appresi da piccolo. La mia bisnonna attribuiva a questo la calvizie quasi totale di suo marito. Leggere una notizia del genere, oggi e su una rivista patinata molto “glam”, mi fa davvero impressione (…o ridere)!

Ancora una volta il cappello, il casco o altri capi di abbigliamento paragonabili, agiscono su una parte non vitale del sistema scalpo-capelli. L’unica cosa che faranno sarà far sporcare più velocemente i capelli, ma nulla più.

Addirittura si potrebbe perfino ipotizzare un beneficio dall’uso dei cappelli. Il calore corporeo, trattenuto dal copricapo, faciliterebbe infatti la microcircolazione.

Ciò è benefico per il follicolo capillare, altro che storie! Eppure si dice il contrario, sempre per quell’analogia capello=pianta, che è totalmente errata.

Altra cosa è l’argomento acconciature. In effetti tirare troppo il capello può provocare la cosiddetta Alopecia da Trazione. Code di cavallo troppo strette possono davvero portare a problemi, alla lunga. Il rimedio però è semplice: basta non tirare troppo il povero capello.

Tralasciando tutto ciò che può essere messo sui capelli e che farebbe male (ricordiamoci che il fusto è una parte non vitale…), maltrattare i capelli potrebbe essere causa di rottura del capello, ma non certo di miniaturizzazione… che è la vera Alopecia.

Consigli Calvizie: le vere cause profonde della calvizie.

La Calvizie propriamente detta è un’affezione del sistema scalpo-capelli che ha cause profonde e solo da poco individuate. L’azione negativa del Diidrotestosterone (DHT) e della  Prostaglandina D2 (PGD2) sono ormai note e ben caratterizzate.

Il DHT da un lato fa perdere al capello il suo naturale equilibrio fisiologico, spingendolo alla miniaturizzazione. La PGD2, dall’altro, amplifica questo effetto, mantenendo un costante stato infiammatorio dei tessuti.

È chiaro che uno sciampo, o un taglio di capelli, o una piastra riscaldante, non possono in alcun modo interferire con i complessi fenomeni biochimici che stanno alla base della Calvizie. Tantomeno potrà essere un cappello a cambiare le sorti della nostra chioma, con buona pace di nonna Teresa.

Consigli Calvizie: le concause esterne possono influire su uno scenario già critico.

Le concause esterne alla caduta dei capelli invece possono davvero aggravare un quadro già preesistente. Tra queste effettivamente abbiamo gli squilibri alimentari, le intossicazioni croniche da alcol, fumo o droghe, le cattive abitudini e lo stress eccessivo e prolungato.

Ma ribadiamo che esse non sono di per sé cause fondamentali della Calvizie.

Una terapia reale che provi a contrastare la Calvizie, deve poter agire su più fronti. Deve essere, eclettica, multidisciplinare e ad ampio spettro d’azione. Per fortuna oggi una cura con queste caratteristiche esiste…

Consigli Calvizie, cosa fare: il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS.

HairClinic BioMedical Group è un’azienda leader nel settore della lotta alla Calvizie con metodi innovativi e naturali. Dal 2009 esegue in Italia la Terapia bSBS, il più avanzato Protocollo Terapeutico di Medicina Rigenerativa Multidisciplinare al servizio della lotta all’Alopecia.

Molte tecnologie innovative lavorano all’unisono in bSBS per fronteggiare i problemi dati dalla Caduta dei Capelli. Ed è proprio nemma multidisciplinarità la sua forza.

Importante ricordare che tutti i principi attivi vengono estratti direttamente dal sangue stesso del paziente, rendendo bSBS completamente libero da effetti indesiderati.

In conclusione il bSBS è caratterizzato da un follow-up ad presonam volto ad concretizzare i massimi risultati clinici ed estetici del paziente.

Consigli Calvizie, cosa fare e cosa no: informazioni sulla Calvizie da Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Alopecia_androgenetica



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 3.91.106.223

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.