Calvizie e Insicurezza, come può influire la perdita di capelli.

Calvizie e Insicurezza: in alcuni contesti una “manutenzione” del proprio aspetto può davvero dare la carica. Un toccasana psicologico che aiuta a stare bene!

Calvizie e Insicurezza: la perdita di capelli può innescare problematiche psicologiche importanti.

La perdita di capelli è una condizione clinica che può avere varie origini, da quella ereditaria, alle forme legate ad altre patologie, fino a quella autoimmune. Tutte queste forme, però, possono avere come prima importante conseguenza, quella di una condizione di stress e di pressione psicologica, dovuta alla non accettazione della condizione di incipiente calvizieQuesto disagio psicologico può essere anche abbastanza serio e non risparmia quasi nessuno, specialmente se il soggetto affetto dalla perdita dei suoi capelli è molto giovane.

Lo scontrarsi con modelli estetici e comportamentali, nei quali una chioma folta vuol dire, di volta in volta, vigore, salute, forma fisica perfetta, aspetto estetico desiderabile, charme, e viceversa fare i conti con capelli che si assottigliano e si sfibrano, tempie che vanno perdendo di densità e vertici che mostrano accenni di chierica, può mettere in serio conflitto Calivizie e Autostima. L’una danneggerà l’altra che finirà per accrescerne l’effetto negativo della prima… un circolo vizioso assai duro da demolire. In questi casi, il ricorso a condizioni che possano favorire il contrasto alla calvizie o che mirino alla copertura dei suoi danni, può portare ad un giovamento che sconfina anche nel campo comportamentale.

Calvizie e Insicurezza: il disagio della caduta di capelli va risolto.

La persona che di solito sente la necessità di sottoporsi ad un trapianto di capelli, vuole in primo luogo coprire i problemi che la calvizie gli sta arrecando, per potere nuovamente vivere con serenità e forza d’animo la sua vita sociale.  In certi contesti, l’aspetto fisico può avere un ruolo non trascurabile e il non sentirsi all’altezza per problemi di caduta di capelli, può essere un fardello psicologico importante. Inoltre molto spesso si può essere presi in giro da sfottò, più o meno bonari, che in un quadro di insicurezza personale,  possono lasciare il segno e dare parecchio fastidio.

Calvizie e Insicurezza: una comprensione del proprio problema di calvizie ed una scelta consapevole sono i primi ingredienti per una scelta efficace.

Il nostro ex C.T. della Nazionale in realtà sembra mostrare un self-control anch’esso da manuale, non rispondendo in alcun modo e mostrando una sicurezza invidiabile. Non è un mistero, del resto, che Conte abbia intrapreso la via del Trapianto di Capelli con molta determinazione e serenità. Egli infatti ha più volte spiegato che ricorrere all’autotrapianto è stato per lui una sorta di “manutenzione ordinaria” del suo look, ne più e ne meno come quei “ritocchini” a cui molte donne ricorrono per rendere più “fresco” il loro aspetto.

Quando Antonio Conte calcava i campi di tutta Italia, e di mezzo mondo, con la maglia della Juventus, le telecamere impietose hanno sempre immortalato la sua condizione di calvizie abbastanza avanzata: un’attaccatura frontale decisamente “sfoltita”, tempie arretrate e soprattutto un diradamento diffuso della parte superiore del capo. Oggi tutto ciò non è più visibile, grazie ad un Trapianto di Capelli.

Calvizie e Insicurezza: lo specialista deve fornire la giusta informazione al paziente e mostrare le condizioni migliori per una lotta efficace ai problemi di caduta di capelli.

Il percorso che è stato consigliato ad Antonio Conte e che lo ha reso soddisfatto del risultato, tanto da aver dichiarato di convivere “bene, anzi benissimo” con i suoi nuovi capelli, non è il frutto del caso. Ovviamente dietro ad un paziente soddisfatto, c’è uno specialista che ha comunicato bene, che ha creato consapevolezza e ha guidato il paziente stesso verso la strada migliore per la sua condizione personale.

Calvizie e Insicurezza: ogni soggetto è un caso a sé. Non esiste una cura universale della calvizie perché ogni caso è un “caso particolare” e come tale va trattato.

Infatti non tutte le calvizie sono identiche, come non tutti i trattamenti per tenerle a bada. In generale le situazioni che si possono prospettare ad un chirurgo sono tre: una calvizie ancora incipiente, un problema di caduta di capelli decisamente più avanzato ed infine i casi in cui non è possibile alcun metodo di contrasto alla perdita dei capelli. Quest’ultimo caso, il più sfortunato, è spesso legato ad affezioni autoimmuni o a rare condizioni come l’Alopecia Universale.

Per quanto riguarda il primo caso, una calvizie ancora incipiente, oggi esistono rimedi non chirurgici dalle altissime probabilità di successo, che sono legati ai benefici dati dalla Medicina Rigenerativa. In condizioni particolarmente favorevoli, la Rigenerazione Cellulare che può essere innescata, può perfino invertire il processo alla base della caduta dei capelli.

Se siamo di fronte ad una calvizie un po’ più avanzata, il trapianto di capelli può essere la scelta giusta per coprire i segni evidenti del diradamento da essa causato al capo del paziente. Ma bisogna puntualizzare un particolare di somma importanza: anche in questo caso, la Medicina Rigenerativa deve svolgere un ruolo della massima importanza, che sia di preparazione e supporto alla scelta chirurgica e ne potenzi i risultati. In sei parole: il trapianto da solo non basta.

Calvizie e Insicurezza: la Medicina Rigenerativa è quindi un’ importante spinta, non solo al contrasto alla calvizie ma anche… all’autostima!

Oggi la Medicina Rigenerativa è una importantissima realtà in ambito di terapie di contrasto alla caduta dei capelli. HairClinic Bio Medical Group esegue in Italia il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS, il più efficace metodo non invasivo e privo di controindicazioni nella lotta alla caduta di capelli. La sua estrema versatilità fa sì che esso di possa utilizzare come una cura non chirurgica della calvizie, o come un prezioso supporto al Trapianto Capelli (in una fase preliminare per preparare il sistema scalpo-capelli, in seguito come potenziamento e supporto per prolungarne l’efficacia).

Calvizie e Insicurezza: il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS favorisce la Rigenerazione Cellulare in pochi ma efficaci passi.

Cinque sono le sue fasi, interconnesse e tutte mirate a dare un potente stimolo alla Rigenerazione Cellulare del follicolo capillare. Si comincia con un prelievo di sangue del paziente. Mediante una tecnologia di separazione otticamente assistita dei principi naturali responsabili della Rigenerazione Cellulare, essi vengono raccolti in un concentrato cellulare, in maniera del tutto indolore (hCRP).

Questi principi vengono quindi potenziati, grazie alla Matrice ExtraCellulare nativa liquida, estratta grazie all’emoconcentratore HemoDrainECM. Inoltre, grazie ad HairCarboxyTherapy e HairOzone, tutto il sistema scalpo-capelli gode di un importante effetto antinfiammatorio per una migliore ed efficace azione di Rigenerazione Cellulare.

Se i follicoli ancora ricettivi alla stimolazione, vengono posti nelle migliori condizioni di salute, avremo la più elevata probabilità di favorire risultati validi e di lunga durata. Le più alte possibilità di successo clinico ed estetico complessivo sono a portata di mano, per fornire anche un corposo aiuto all’autostima del paziente, purché informato in maniera efficace e consapevole.

Calvizie e Autostima: notizie sull’Autotrapianto di Capelli su Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Autotrapianto_di_capelli



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 3.84.132.40

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.