Fattori di Crescita, Cellule Staminali, Matrice ExtraCellulare e Cluster Tessutali. 

Hanno aperto la strada a nuove terapie contro l’evoluzione della calvizie e per favorire la massima Rigenerazione Cellulare autologa.

PRP Fattori di Crescita Piastrinici e nuova tecnologia hCRP.

I fattori di crescita sono dei veri e propri messaggeri cellulari di rigenerazione e attivatori di giovinezza.

Possono contrastare il diradamento dei capelli e la calvizie, stimolando la proliferazione e la differenziazione delle cellule progenitrici dei follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee sia nei tessuti lesionati da ustioni o ferite, sia nei tessuti sani. La rigenerazione è evidente fino allo strato profondo del derma e della membrana basale e si estende a tutti gli elementi ghiandolari e ai follicoli del cuoio capelluto.

Come vengono usati i Fattori di Crescita Piastrinici?

L’evoluzione della ricerca medica in campo dermatologico ha messo in evidenza la necessità di utilizzare terapie sempre più efficaci e sicure, non invasive e con un’alta velocità di esecuzione. L’uso dei Fattori di Crescita permette di affrontare nel modo più fisiologico possibile la cura di particolari patologie cutanee in modo da regolare l’attività delle cellule bersaglio dei fattori che ne determinano la degenerazione. In campo dermatologico i Fattori di Crescita del PRP e PRE, si sono dimostrati efficaci per la cura delle ferite e delle ulcere cutanee croniche, per il trattamento della vitiligine e dell’invecchiamento della pelle.

bSBS sfrutta i Fattori di Crescita per andare oltre.

Le terapie a base di Fattori di Crescita Piastrinici sono utilizzate anche nella cura di molte patologie legate alla calvizie e abbinate all’autotrapianto di capelli. Ogni trattamento ha dimostrato di avere una durata limitata, rendendo indispensabile eseguire almeno 6/9 sessioni all’anno per ottenere risultati tangibili. In HairClinic l’uso dei Fattori di Crescita utilizzati nelle terapie PRP, PRE, CRP sono stati solo il punto di partenza e hanno contribuito allo sviluppo di una terapia più precisa e non standardizzata.

L’utilizzo del nuovo sistema di separazione cellulare automatizzata hCRP permette di ottenere massimi benefici senza lunghi cicli terapeutici, le analisi associate assicurano una diagnosi mirata al paziente e contribuiscono ad una terapia dalle più alte possibilità di successo.

Per saperne sulle differenze tra PRP e tecnologia hCRP

 

Cellule Staminali, sono la nuova frontiera nella cura della calvizie.

In tutto il mondo la ricerca sta concentrando gli studi sulle cellule staminali, non solo per la cura delle malattie più gravi, ma anche per l’applicazione ad uso estetico.

Cosa sono le cellule staminali?
Le cellule staminali sono cellule presenti in ogni organismo e si differenziano dalle altre perchè non sono specializzate, ovvero che non hanno ancora una funzione ben precisa all’interno dell’organismo. Le staminali possono riprodursi in maniera illimitata, dando vita ad altre cellule staminali e a cellule precursori di una progenie cellulare destinata a differenziarsi e a dar vita a tessuti e organi, come i muscoli, il cuore, il fegato, le ossa etc. Le cellule staminali dei capelli  sono la chiave di volta nella soluzione della calvizie. In tutto il mondo la ricerca sta concentrando gli studi sulle cellule staminali, non solo per la cura delle malattie più gravi, ma anche per l’applicazione ad uso estetico.

E’ possibile stimolare le cellule staminali e differenziarle in cellule capaci di generare follicoli in grado produrre capelli?

Berlino: oggi si lavora per il futuro.

Dalle cellule staminali dei capelli la soluzione della calvizie. Se un giorno, milioni di calvi, quasi calvi o futuri calvi riusciranno finalmente a risolvere il loro quotidiano problema contro lo specchio di casa, dovranno ringraziare due ricercatori anch’essi colpiti dalla stessa problematica. Il professor Roland Lauster e il suo collega Uwe Marx, del Politecnico di Berlino ed entrambi stempiati, stanno sperimentando un procedimento innovativo senza eguali. Il team di Lauster, formato da una ventina tra biotecnologi e medici, è riuscito per la prima volta al mondo, partendo dalle staminali, a coltivare in laboratorio un follicolo pilifero completo di capello. Il procedimento sarebbe semplice: si sottopone il paziente a una biopsia e si isolano le cellule staminali, che vengono riprodotte in laboratorio per ottenere i follicoli. Il vantaggio, rispetto al trapianto tradizionale eseguito oggi, è che con una sola biopsia si possono ottenere vari follicoli.

La moltiplicazione dei capelli è il sogno di tutte le persone che soffrono di calvizie, un sogno che “presto” potrebbe diventare realtà. Per ora il follicolo coltivato in laboratorio è più sottile di un capello naturale. Eppure a Berlino guardano già avanti. Nel futuro prossimo (5/10 anni) potremmo assistere ad un perfezionamento della metodologia che consentirebbe, dopo una fase di test (2/5 anni) si potranno eseguire autotrapianti di follicoli riprodotti in vitro. Confidando nel successo dei test, tra 10/15 anni probabilmente sarà possibile clonare i propri follicoli e dire addio alla calvizie.

Per saperne di più sulle terapie a base di Cellule Staminali

 

La Matrice ExtraCellulare è un elemento chiave per il follicolo pilifero.

Durante la nascita e rigenerazione del follicolo, e nella crescita e ricrescita del capello, la Matrice ExtraCellulare è essenziale.

La Matrice ExtraCellulare, in pratica, è il “costruttore”  del nostro organismo. Struttura, ristruttura e smaltisce i prodotti di scarto in un ciclo continuo per consentire ai nostri tessuti, compresi i follicoli, di riformarsi e di rigenerarsi. Di fatto nel cuoio capelluto assiste nella crescita, spargimento e ricrescita dei capelli.

La Matrice ExtraCellulare Nativa (nECM) compone gran parte nella Papilla Dermica del Follicolo e nel ciclo di vita del capello è fondamentale, ma è nella fase Anagen e Telogen che risulta determinante per la nascita e rigenerazione del follicoli piliferi.

Per saperne di più sulla Matrice ExtraCellulare

 

L’autotrapianto si potenzia con le terapie a base di Staminali e Matrice ExtraCellulare.

I nostri partner scientifici lavorano ormai da anni in questa direzione, infatti è già possibile estrarre le cellule staminali adulte tramite una piccola lipo, separarle dal grasso adiposo, attivarle ed iniettarle al di sotto della cute.

Le cellule staminali autologhe opportunamente coadiuvate da fattori angiogenetici e attivatori tissutali, sono sempre più preziose anche per tutte le persone che soffrono di calvizie, la sinergia “è” e sarà il futuro,

Senza un’adeguata capacità vascolare e una buona condizione metabolica ed ormonale, i follicoli nel tempo risentirebbero di carenze nutrizionali indispensabili per la loro sopravvivenza e sviluppo, la mancanza di queste basi renderebbe l’autotrapianto di capelli non risolutivo.

Al momento l’autotrapianto di capelli con cellule staminali è un forte potenziamento della chirurgia e offre una soluzione più completa e un risultato duraturo nel tempo.

Scarica il file pdf

Per saperne di più sul micro trapianto atFUE

 

Cosa puoi fare oggi senza chirurgia? Senza aspettare un futuro ideale è possibile agire velocemente.

Puoi stimolare efficacemente le tue cellule staminali. e ottenere la tua massima rigenerazione autologa.

Per chi vuole migliorare adesso la propria immagine bloccando al massimo la caduta dei capelli e ripristinando le zone calve, oggi sono disponibili tecnologie micro chirurgiche e terapie evolute di medicina rigenerativa.

In HairClinic, grazie al Protocollo non chirurgico bSBS, vengono stimolate attivamente le cellule staminali del bulbo pilifero.

Attualmente la stimolazione cellulare è il sistema più sicuro, non invasivo e che nei pazienti con follicoli ricettivi alla stimolazione può offrire i massimi risultati naturali ottenibili senza chirurgia.

Per saperne di più sul Protocollo bSBS