Caduta di capelli: le nuove terapie rigenerative funzionano?

Caduta di capelli, cause conosciute, concause personali e rimedi efficaci. Come e quando agire? 

Caduta di capelli, quando è normale e quando no.

In Natura, l’arrivo della primavera segna il risveglio della attività metaboliche di tutti gli esseri viventi. Ogni essere vivente del creato è programmato per seguire cicli naturali ben definiti, così con l’arrivo di temperature medie più elevate e più ore di insolazione, le piante si caricano di nuove gemme, alcuni animali escono dal letargo e molti altri cominciano a perdere il loro pelo. Questo è il fenomeno della “muta”, che in realtà non è solamente la perdita del vecchio pelo, ma piuttosto un ricambio: quello vecchio viene sostituito da un nuovo manto.

Per quanto strano possa sembrare, anche noi entriamo nella fase di “muta del pelo”, che in quanto “scimmie nude” è limitato al ricambio dei capelli. Quando la nostra è regolare, i follicoli ormai vecchi e non più produttivi, cesseranno le loro attività vitale e saranno sostituiti da un numero equivalenti di follicoli nuovi e vitali. Allorquando tale turnover non risultasse più in equilibrio, cominciano i problemi di caduta di capelli. Anno dopo anno ci ritroviamo con meno capelli.

Caduta di capelli: sono i nostri follicoli pronti per il grande rinnovamento primaverile?

Come ogni anno, con l’arrivo della primavera, le attività metaboliche degli esseri viventi subiscono una decisa accelerazione. Le temperature medie più alte e un maggior numero di ore di luce, stimolano tutti ricambi cellulari e tra questi anche quello dei follicoli. Se questo cruciale periodo dell’anno ci dovesse trovare affaticati e abbattuti da una condizione di stress prolungato e perdurante, la reazione del nostro organismo può non essere adeguata. Il non efficiente ricambio dei follicoli porta ad un saldo netto sconfortante: la perdita dei capelli. Il Dottor Mauro Conti, direttore scientifico del gruppo biomedico HairClinic, ci illustra perché è possibile intervenire e come.

Caduta di capelli: il ricambio naturale dei follicoli si trasforma in un problema!

“La buona stagione quindi stimola un’accentuazione del defluvium della nostra capigliatura – spiega il Dottor Conti – e analogamente la perdita dei capelli, ma a quest’ultima deve corrispondere una ricrescita. Questo fenomeno fisiologico è un’evenienza normale che però può essere alterato dalle condizioni psico-fisiche che ci ritroviamo in eredità dopo il periodo autunno-inverno. Alla domanda: “perchè cadono i capelli?”, dobbiamo rispondere con un solo colpevole, ma bensì con una combinazione di diverse cause concorrenti, quali il lavoro, le gravidanze, un’alimentazione  scorretta.

In una situazione di indebolimento delle condizioni generali di salute del nostro organismo, i capelli, che sono sensibilissime spie, possono segnalare una una sofferenza più nascosta. “Queste condizioni critiche inducono i capelli a cadere, a non rinnovarsi facilmente ed essi appariranno spenti, sfibrati, sottili o con le doppie punte”. La domanda che ci dobbiamo a questo punto porre è: “Cosa possiamo fare?”

Caduta di capelli: la migliore contromisura è nel Protocollo non chirurgico di Medicina Rigenerativa.

Sia coloro che sono colpiti da alopecia androgenetica, sia quei soggetti che sperimentano una accentuata caduta di capelli e quindi un diradamento, possono essere affetti da una forma importante di sofferenza follicolare. Questa si può affrontare con un rigoroso percorso terapeutico, intervenendo direttamente sul microcircolo e fornendo un maggiore nutrimento ed una più efficace ossigenazione, per poi “donare” all’organismo una speciale razione integrativa di Unità Rigenerative Cellulari (URC) autologhe.

“bSBS è un innovativo Protocollo clinico di Medicina Rigenerativa avanzata che sfrutta sia la tecnologia hCRP (Cytokine Rich Plasma) per estrarre dal sangue (dello stesso paziente) le cellule rigeneratrici; sia il lavoro di un emoconcentratore affinché la Matrice ExtraCellulare Nativa possa essere estratta. Un micro-ago calibrato provvederà a veicolare sottocute questi preziosi concentrati attivi, avendo cura di inocularli su tutta la testa, e dando maggiore attenzione alle aree con diradamento più spinto.

Questo approccio non chirurgico è completamente indolore, non richiede taglio di capelli o interruzione del proprio lavoro e permette la ripresa della vita sociale in tempi brevissimi. Il Protocollo è completamente privo di effetti collaterali o controindicazioni. Oggi è lo strumento terapeutico più di successo per fornire un potente rinvigorimento dell’attività tricogenetica e della vitalità dei follicoli”. Questo percorso terapeutico è completamente personalizzato: “In HairClinic ogni caso è trattato come un unicum – continua il Dott. Conti – ed il primo obiettivo di questa strategia di attacco alla caduta di capelli è il follicolo. Ad esso forniamo un grande contributo nutrizionale e di ossigenazione, ma in maniera sinergica e controllata”.

Per risolvere la caduta di capelli il percorso terapeutico bSBS va ripetuto più volte? A chi è indirizzato?

“Il protocollo clinico non è un trattamento cosmetico, non è frazionato in più sessioni o incontri. Stiamo parlando di Medicina Rigenerativa avanzata. Una sola sessione della durata di circa 150 minuti, in cui avranno luogo tutte le fasi terapeutiche, è per noi più che sufficiente. Successivamente i pazienti verranno seguiti in regime di follow-up e monitorati attraverso alcuni esami avanzati (l’analisi del DNA e della membrana cellulare). Ciò ci metterà in condizione di avere un quadro completo di quella particolare forma di caduta di capelli”.

In HairClinic il percorso terapeutico comprende anche questo importante follow-up.

La Medicina Rigenerativa, ovviamente non deve essere considerata come una soluzione miracolosa per tutti i casi di caduta di capelli. Se la calvizie è ancora in una condizione trattabile, il Protocollo è da considerarsi come una fase propedeutica e preparatoria alla chirurgia, affinché possa assicurare risultati validi, duraturi e naturali. Il massimo potenziale però viene espresso nei casi di diradamenti localizzati o diffusi: nell’alopecia androgenetica e nella miniaturizzazione del follicolo. Tali condizioni riguardano oltre il 93% dei pazienti trattati!

“Con il ricorso alla Medicina Rigenerativa, i risultati e i benefici sono i più validi raggiungibili. Il protocollo è praticamente privo di effetti collaterali, e non lascia segni. Inoltre – conclude il Dottor Conti – consente un’immediato ritorno alla vita sociale, senza lunghe attese e forzati periodi di inattività”

Caduta di capelli su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Alopecia_androgenetica

Caduta di capelli su nature: http://www.nature.com/news/clues-to-the-cause-of-male-pattern-baldness-1.10277



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 34.207.230.188

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.