Aspettarsi un miracolo non è una strategia.

Cosa garantisce

La Medicina Rigenerativa e la sua cura associata, topica e per vai orale, garantiscono una azione mirata al singolo caso. Rappresentano una potente arma contro la calvizie e la sua evoluzione.

Cosa non garantisce

La Medicina Rigenerativa non può e non ha l’ambizione di garantire risultati estetici certi e soprattutto raggiungibili su tutti i casi trattati. Non si tratta di una terapia miracolosa, ma di una cura avanzata.

Perché eseguirla

La Medicina Rigenerativa non deve essere considerata un optional, ma è una fase necessaria al fine di contrastare la propria calvizie e ottenere complessivamente i migliori risultati possibili.

 

Parliamo in modo trasparente perché sappiamo di offrire il massimo disponibile.

Fornire corrette aspettative e far comprendere il ruolo della Medicina Rigenerativa e del Percorso di cura ad-personam, è il nostro obiettivo primario.

Cosa garantiamo al paziente.

In un settore dove in molti assicurano al paziente i risultati da lui sperati attraverso cure di vario tipo, noi di HairClinic andiamo controcorrente: percorriamo l’unica strada che ci permette di poter rispettare la nostra  professionalità e la fiducia del paziente.

Giuste aspettative e corretta informazione.

Il Protocollo medico rigenerativo ha un compito determinate al fine di ottenere un risultato finale di alto valore estetico complessivo. E’ necessario sottolineare sin da subito che l’azione rigenerativa è possibile solo fino a quando il follicolo che produce i capelli è ancora attivo (non atrofizzato), non si tratta dunque di un trattamento miracoloso capace di rigenerare follicoli atrofici o persi da anni. Abbiamo la certezza di offrire un Protocollo altamente performante e non replicato da nessun’altra società, un approccio a 360° che offre il massimo consentito dalla ricerca e dalla scienza. Allo stesso tempo sappiamo molto bene che non è in alcun modo possibile garantire certamente al paziente un risultato estetico preciso in termini di rigenerazione, numero di follicoli in ricrescita e raggiungimento complessivo dei risultati sperati.

E possibile sapere prima quanti follicoli sono rigenerabili?

Assolutamente no, e invitiamo a diffidare da chi può sostenere il contrario. I limiti del Protocollo sono intesi nell’impossibilità di poter stabilire a priori un risultato certo in termini di numero di follicoli in ricrescita, o che la sola rigenerazione debba portare certamente il risultato estetico desiderato dal paziente. Questa è un’aspettativa non corretta e nessuna analisi la può stabilire. Per tale ragione e per avere giuste aspettative, non ipotizziamo alcuna portata numerica rigenerativa dei capelli semplicemente perché è differente da paziente a paziente e nessuna diagnosi la può precedentemente stabilire.

E’ possibile che non mi crescerà nemmeno un capello?

Si è assolutamente possibile. Ma ci sono due affermazioni estreme: “mi ricresceranno tutti i capelli” e “non mi ricrescerà nemmeno un capello” ma non è solo su questi punti che bisogna concentrarsi. Detto questo, se dovessimo dare comunque una risposta, invece che dare una semplice opinione diremmo: “Sì è possibile“. Comprendiamo che lo scopo estetico di riavere la chioma persa è quello che spinge un paziente ad intraprendere una terapia, ma non deve e non può essere l’unica leva di valutazione. La capacità rigenerativa intesa come ricrescita può essere in molti casi non significativa o assente, ma anche in questi pazienti i benefici clinici promossi dal Protocollo completo sono determinanti: forniscono la più importante base sulla quale creare il risultato estetico finale. Sarebbe inutile pensare di imbiancare un muro di casa macchiato per via di una perdita d’acqua da un tubo, se prima non si risolve il problema alla base: aggiustare il tubo.

A chi è consigliata la cura?

Bisogna considerare la cura avanzata ad-personam non un intervento limitato alla sola copertura chirurgica estetica, e nemmeno un approccio miracoloso, ma è la base non trascurabile in tutti i gradi di calvizie trattabili, per raggiungere un risultato complessivo più valido e potenzialmente più duraturo. La Medicina Rigenerativa e la sua cura associata topica e orale nutraceutica, sono considerati dai massimi esponenti del settore la base necessaria in tutti i gradi di calvizie trattabili, rappresentano una potente arma contro la calvizie e la sua evoluzione, non una terapia miracolosa. Come in tutte le situazioni degenerative, prima si interviene, più alti sono i risultati potenziali ottenibili.

Cosa si intende per “calvizie trattabili”?

Per calvizie trattabili si intendono tutti quei gradi di calvizie che posseggono una sufficiente area donatrice (nuca) per poter eseguire la Fase2 del Protocollo Advanced Micro Surgery. Nel caso in cui non vi è abbastanza area donatrice per eseguire l’autotrapianto della Fase2, il paziente non viene trattato sin dall’inizio.

La Fase2 micro chirurgica è obbligatoria?

Nulla è obbligatorio. Il Protocollo Advanced Micro Surgery è la fase dedicata all’estetica attraverso un micro trapianto mono bulbare di ultima generazione, è una fase successiva alla Medicina Rigenerativa (Fase1 curativa), volta a creare le condizioni di salute generali sulle quali basare un intervento chirurgico di successo. Eseguire la Fase2 è una condizione naturale nei casi dal livello di calvizie 3 vertex della Scala Hamilton in su è una condizione naturale eseguire la Fase2, al di sotto di questo livello di calvizie o sul diradamento l’autotrapianto è sconsigliato e si prosegue con la sola cura fino al raggiungimento di risultati clinici tali da poter intervenire esteticamente senza creare alcun danno al paziente.

 

Limiti e potenzialità.

Capire perché eseguire una cura avanzata, conoscerne i limiti e benefici è essenziale.

Cosa si intende con la frase “oltre la chirurgia”?

La frase “oltre la chirurgia” indica appunto che l’azione e i benefici potenziali offrono un’azione differente, una cura e non una copertura estetica, per tale ragione la combinazione tra il Protocollo di Medicina Rigenerativa e l’autotrapinato sono senza alcun dubbio una soluzione più completa rispetto al solo autotrapianto. 

Poiché la calvizie è una patologia evolutiva molto complessa, anche nei casi dove sembra arrestata da anni l’intervento chirurgico deve posare su vere basi di salute per evitare alcuni effetti deleteri post chirurgia.

Sono moltissime le persone che negli anni passati hanno eseguito uno o più autotrapianti trovandosi a distanza di tempo con pochissimi innesti ancora presenti, anche se il bullo pilifero preso dalla zona donatrice è geneticamente protetto dal DHT (una delle cause principali della calvizie), esistono altre concause personali che possono rendere difficile la sua nuova vita nel lungo periodo. Inoltre agire su una base “non pronta” con il trapianto di un organo del nostro corpo è una azione contro qualsiasi studio medico rigenerativo.

Il follicolo di fatto è un organo del nostro corpo, è anche molto sensibile. La cura promossa dalla Medicina Rigenerativa non è una fase evitabile in nessun grado di calvizie trattabile ed è volta a creare vere basi di salute per promuovere risultati dalle più alte possibilità di successo complessivo. Ecco perché va “oltre la chirurgia”, perché non sostituisce il suo ruolo ma lo completa.

Le statistiche pubblicate sono reali?

Ie statistiche pubblicate sono riportate integralmente e sono frutto di accurati studi eseguiti da medici autorevoli per conto di associazioni internazionali, riguardano migliaia di pazienti trattati con terapie a base di fattori di crescita piastrinici. Sono facilmente recuperabili on line. A queste statistiche aggiungiamo anche che non vi è alcuna possibilità di sapere se un paziente rientra o meno nella statistica e dunque diffidate di chi sostiene il contrario.

Quali sono i limiti terapeutici?

I limiti del Protocollo sono intesi nell’impossibilità di poter stabilire a priori un risultato certo in termini di numero di follicoli in ricrescita, o nel credere che la sola rigenerazione debba portare certamente al risultato estetico desiderato dal paziente. Questa è un’aspettativa non corretta e nessuna analisi la può stabilire.

Per tale ragione come scritto più volte nel sito e nei nostri comunicati, non ipotizziamo alcuna portata numerica rigenerativa dei capelli semplicemente perché è differente da paziente a paziente e nessuna diagnosi la può precedentemente stabilire, ma soprattutto perché lo scopo estetico non deve essere l’unica leva di valutazione.

Per la stessa ragione bisogna considerare la cura avanzata ad-personam non un intervento limitato alla sola copertura chirurgica estetica, e nemmeno un approccio miracoloso, ma è la base non trascurabile per raggiungere un migliore risultato complessivo.

Posso ottenere sicuramente i risultati che si vedono nelle foto?

Le foto pubblicate non devono essere la sola leva decisiva e non assicurano assolutamente al paziente gli stessi risultati. Sono pazienti nazionali e internazionali trattati in vari strutture cliniche, ai quali è stato eseguito un Protocollo di Medicina Rigenerativa avanzato complesso come quello eseguito in HairClinic, e per alcuni aspetti anche meno completo e incisivo. Ribadiamo ancora che le foto pubblicate non danno in alcun modo la certezza dei medesimi risultati, rappresentano solo le potenzialità possibili della Medicina Rigenerativa avanzata.

 

Non tutte le cure sono uguali.

La nostra mission è mettere a disposizione del paziente tecnologie e professionalità difficilmente replicabili altrove.

Perchè puntare sulla Medicina Rigenerativa?

La risposta viene spontanea: perché una cura avanzata è importante e l’approccio medico rigenerativo proposto è il più completo del settore. In questo settore nessuno può dare certezze assolute di risultati, nemmeno nel caso di un autotrapianto. Nessuno garantirebbe un intervento a vita seppur riuscito benissimo, le condizioni cliniche del paziente incidono parecchio sul futuro del risultato, chi cerca garanzie di questo tipo ha un concetto distorto delle potenzialità effettive e plausibili. Come in molti altri centri internazionali, anche in HairClinic la Medicina Rigenerativa è il presente e il futuro, non viene considerata un optional in nessun grado di calvizie trattabile, è inclusa nel micro trapianto o appunto garantita sul riaccredito a favore dello stesso. 

HairClinic è l’unica azienda in Italia ad offrire al paziente una garanzia che permette di agire in modo intelligente e completo, in prima fase curando alla radice il proprio problema di calvizie e al meglio delle possibilità oggi disponibili, valutando solo in seconda analisi la vera necessità e portata di un micro trapianto. Il Protocollo bSBS è l’unica terapia del settore coperta da una formula assicurativa scritta e firmata dal chirurgo “Soddisfatti o Riaccreditati” in Advanced Micro Surgery.

Il riaccredito non è assolutamente un rimborso è volto come acconto sul micro trapianto (Fase1+Fase2), di fatto il micro trapianto in HairClinic include sempre la Medicina Rigenerativa. Il costo per una sessione fino a 4500 follicoli/capelli è 8800,00 euro per una doppia sessione 8000/9000 follicoli/capelli è 14600,00 euro.

Ho una calvizie avanzata perché devo curarmi?

E’ corretto considerare la chirurgia solo dove è realmente eseguibile e solo dopo aver curato alla radice e al massimo delle possibilità il proprio problema della calvizie.

Bisogna ricordare sempre che i follicoli estratti dalla zona donatrice (nuca) durante un trapianto non cresceranno mai più, la zona donatrice non è infinita. Agire forzatamente con più interventi chirurgici senza una cura rigenerativa adeguata impoverisce notevolmente l’area di prelievo, per tale ragione è estremamente importante la fase di cura avanzata eseguita in precedenza, anche nei casi di calvizie estesa ma trattabile.

Se invece parliamo di sola estetica, il follicolo della zona donatrice solitamente è più spesso rispetto al follicolo della zona ricevente, l’effetto estetico “capello spesso accanto a capello sottile” nella stessa area è realmente innaturale e poco credibile. La Medicina Rigenerativa e la sua cura associata sono la base necessaria per raggiungere risultati clinici a 360°, permettono di promuovere le condizioni per ottenere complessivamente i massimi risultati naturali.

Ho un diradamento, quale strada devo percorrere?

Il Protocollo bSBS permette di raggiungere i benefici clinici maggiori nei casi di diradamento o alopecia con diradamento diffuso. In queste situazioni l’autotrapianto è considerato non eseguibile per via dei rischi post chirurgia come lo shock-loss; il Protocollo bSBS invece favorisce la massima rigenerazione del follicolo dormiente non atrofico e ricettivo alla stimolazione, promuove l’inversione del processo di miniaturizzazione con l’obiettivo di riportare il capello sottile al suo volume naturale, esteticamente si traduce in una maggior densità visiva e numero di capelli. Non agisce minimamente sui follicoli atrofici (morti) e in nessun caso è possibile sapere a priori quanti follicoli rigenerabili e ricettivi sono disponibili.

La prima regola è dunque cambiare regola di base.

Fino a pochi anni fa si pensava in modo errato all’autotrapianto come la “cura” della calvizie, ma i migliaia di pazienti trattati insegnano a tutti che l’autotrapianto è la soluzione migliore solo se viene eseguito su una situazione stabile, di fatto nessuno costruirebbe una casa su un terreno instabile.

Chi si è già sottoposto ad uno o più interventi chirurgici di autotrapianto di capelli, sa molto bene che la sola chirurgia non è sufficiente per risolvere la calvizie in modo completo, chi invece ha già eseguito trattamenti cosmetici ne conosce pienamente i limiti curativi.

La Medicina Rigenerativa è una branca della medicina che si occupa di rigenerare e non di sostituire, è un approccio privo di controindicazioni e consigliato in tutti i gradi di calvizie trattabili. Entrando nello specifico il Protocollo bSBS è il frutto di anni di ricerche scientifiche, associa le terapie e tecnologie più qualificate in un sistema integrato e organizzato nei minimi dettagli, rappresenta senza dubbio l’approccio multidisciplinare più completo e avanzato del settore.

 

Cosa si intende per cura topica o orale da assumere nel follow-up?

La cura di follow-up è più che importante, è necessaria per lavorare nel tempo sulla calvizie personale.

Costo composizioni topiche e nutraceutiche

Il costo di una singola terapia topica può variare da 30 a 80 euro bi/trimestre. Il costo di una terapia nutraceutica può variare da 20 a 80 euro il bi/trimestre. Dipende dal caso specifico e dai risultati degli esami eseguiti sul paziente. HairClinic non distribuisci ne farmaci topici ne nutraceutici, HairClinic si occupa di creare la composizione personalizzata in base al settore occupato dal paziente studiato su vari parametri, il paziente potrà recarsi in una farmacia galenica per la creazione e acquisto.

Alcuni esempi di composizioni topiche.

Sulla base degli esami eseguiti il giorno della sessione di Medicina Rigenerativa viene prescritta la cura topica. La terapia di follow-up è a base di principi attivi di altissima qualità e purezza, vengono creati nella composizione più idonea al caso trattato. 

Uomo

Finasteride topica 2% – Minoxidil 5% – Ciproterone micro 2% – Melatonina 0.3% – Progesterone micro 2% – Acetyltetrapeptide- 3 and trifolium pratense extract  (5-alpha reductase inhibitor) 10% – Saw Palmetto extract 5% – Caffeina 0,5% – Vit A palmitato 0,3% – Aqua, Ethoxydiglycol, Glycerin, Butylene glycol, Dimethyl sulfone, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Sodium dehydroacetate, Imidazolidinyl urea, Sodium hyaluronate, Disodium EDTA, Tetrasodium EDTA, Acetyl cysteine, Isoleucine, Leucine, Taurine, Valine, Dextran, Trifolium pratense extract, Acetyl tetrapeptide-3, Melatonin, Phenoxyethanol, Acetyl hexapeptide-20, Palmitoyl heptapeptide-5, Palmitoyl tripeptide-28.

Donna

Latanoprost da 0,006% a 0,01% Minoxidil 5% – 17-alfa-estradiolo  micro 0,3% – Melatonina 0,3% – Progesterone micro 2% – Acetyltetrapeptide- 3 and trifolium pratense extract  (5-alpha reductase inhibitor) 10% – Creatina 1% – Caffeina 0,5% – Estrone solfato 0,3% – Vit A palmitato 0,3% – Aqua, Ethoxydiglycol, Glycerin, Butylene glycol, Dimethyl sulfone, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Sodium dehydroacetate, Imidazolidinyl urea, Sodium hyaluronate, Disodium EDTA, Tetrasodium EDTA, Acetyl cysteine, Isoleucine, Leucine, Taurine, Valine, Dextran, Trifolium pratense extract, Acetyl tetrapeptide-3, Melatonin, Phenoxyethanol, Acetyl hexapeptide-20, Palmitoyl heptapeptide-5, Palmitoyl tripeptide-28.

Alcuni esempi di composizioni nutraceutiche.

Abal estratto secco – Acidi grassi totali – Sabal aut serenoa serrulata – Curcuma estratto secco – Curcumina – Curcuma longa – Curcuminoidi Fitosteroli – Betasitosterolo – Phytopin® Sitosterolo – MSM (Metil sulfonil metano) – Zolfo – Taurina – Lino E.S – LinuHealth Linum usitatissimum L. – Omega 3 – Omega 6 – Omega 9 Astaxantina – Beadlets – Astareal L10® – Astaxantina pura – Rosa Canina estratto secco – Vitamina C Rosa canina – Beta Lucano da Accaromices Cerevisiae – Betaglucani – Polygonum – Reservatrolo – Sunactive ZN® – PLV – Arginino La base Kyowa – Narginina – Seleniometionina – Bioperine – Piperina – Rame gluconato – Nipononivea – Trifoglio rosso – Rame Peptide – Saw palmetto puro estratto concentrato – Coopper peptide – molti altri studiati caso per caso in dose compatibili con la membrana cellulare del paziente. Altri topici: Olio agli ozonidi liberanti ossigeno-ozono, al fine di nutrire efficacemente i suoi capelli e il cuoio capelluto.

Prescrivete Propecia orale o inasteride orale?

No, non prescriviamo finasteride orale (sistemica) per via per possibili effetti collaterali, la finasteride. La finasteride topica può venire prescritta, pur essendo lo stesso principio attivo della finasteride compresse, sta dimostrando una minor incidenza degli effetti collaterali di quella orale, e a volte ha una maggiore efficacia. L’eventuale prescrizione e posologia è in base al singolo caso trattato.

La cura topica o orale è compresa nei costi per Protocollo?

HairClinic non vende prodotti, crea le composizioni in base agli esami e al caso trattato, dà indicazione ai laboratori farmaceutici per la loro creazione. Tali prodotti si potranno acquistare direttamente nelle farmacie che hanno un ottimo laboratorio in grado di produrre prodotti così performanti e univoci. HairClinic fornirà al paziente l’elenco delle farmacie.

Dopo la Fase2 devo continuare a curarmi?

Assolutamente sì, dopo il trapianto ogni paziente ha necessità estrema di continuare la cura per alcuni anni, la durata dipende dal singolo paziente. Tale cura è volta a far attecchire in più cicli di vita i capelli trapiantati, e mantenere in salute il parco follicolare ancora attivo. Quando si saranno create condizioni di stabilità sarà possibile regolarsi in tal senso fino ad arrivare a sospendere in modo graduale alcuni principi attivi. Chi non ha costanza nel seguire la cura di follow-up a seguito della Medicina Rigenerativa e post chirurgia è destinato a perdere i benefici del Protocollo, nei casi di benefici tardivi non darebbe nemmeno il tempo tecnico necessario per vedere i potenziali risultati attesi. A questi pazienti consigliamo di non iniziare nemmeno il percorso terapeutico.

Le formule galeniche ad uso topico o i nutraceutici per via orale, li vende HairClinic? Dove li posso trovare?

A seguito dell’esame Genomico e della Membrana Cellulare, verrà creata per ogni pazienti una terapia di supporto ad-personam su base totalmente naturale, parliamo di Nutraceutica e Nutrigenomica (terapia priva di effetti collaterali). Il tempo tecnico tra esami e creazione della terapia Nutraceutica è di circa 40 giorni lavorativi post seduta infiltrativa. 

HairClinic non vende prodotti, crea la composizione ad-personam, in base al caso trattato, e il paziente la ritira in farmacia. Per la scelta della farmacia più vicina o idonea al proprio bisogno è possibile consultare il sito FarmaciaGalenica.it : https://www.farmagalenica.it/elenco-preparazioni-galeniche/.