header_circle1
header_circle2

header_circle4

header_circle3

header_circle1

header_circle3

header_circle2

header_circle4

Caduta e Qualità

Frenare l’invecchiamento cellulare arginando la caduta eccessiva in tempi rapidi. Regolare dall’interno la situazione seborroica. Invertire il processo di miniaturizzazione del follicolo, riportandolo ad uno stato di salute visivo.

Densità e Quantità

Promuovere l’ispessimento naturale del fusto dei capelli ottenendo un’alta densità visiva e copertura estetica delle zone diradate. Favorire, in tutte le aree affette, la massima rigenerazione e ricrescita sui follicoli ricettivi non atrofici, danneggiati o dormienti.

Durata e Valore.

E’ essenziale al fine di creare vere basi di salute sulle quali, in casi di calvizie avanzata, eseguire eventualmente un intervento estetico. Ottenere il più alto valore estetico possibile e risultati finali più completi ed estremamente naturali.

 

Risultati clinici indispensabili oltre la chirurgia.

Per chi soffre di calvizie c’è una strada corretta da percorrere.

La Medicina Rigenerativa è determinante per ottenere risultati completi.

Se non risolvi il problema dove non si vede, non potrai risolverlo dove si vede.

La calvizie inizia e si evolve sotto i nostri occhi.

La caduta e la ricrescita fanno parte del normale ciclo di vita fisiologico dei capelli, il problema nasce quando il follicolo non ha più la forza e i nutrimenti necessari per far ricrescere un capello sano, e nei casi di alopecia inizia un lento, ovvero dipende dal caso, processo degenerativo chiamato fase di miniaturizzazione del follicolo. Visivamente i capelli perdono spessore e il loro colore naturale fino a diventare piccoli e quasi trasparenti, questi capelli vengono chiamati “vellus”. Una volta rimpicciolito a vellus, il follicolo non è più in grado di generare un capello sano, questo crea una bassa densità globale lasciando intravedere la cute e generando l’effetto del diradamento. Quando follicolo danneggiato non avrà più nemmeno la forza di tenere in vita un capello vellus si creano le zone glabre (senza capelli) chiamate zone di calvizie avanzata. Molti studi certificano che la gemma del follicolo danneggiato in molti casi non muore in tempi brevi, al contrario può rimanere dormiente, ma viva per lungo tempo, anche senza avere la forza di produrre il capello.

Giuste aspettative e corretta informazione.

ll Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS  non è un trattamento miracoloso, non sostituisce l’autotrapianto e non è un suo antagonista, il suo ruolo ha un compito determinate per raggiungere un risultato finale di alto valore. Sui follicoli non atrofizzati, dormienti e ricettivi alla stimolazione, in nessun modo pre quantificabili, promuove le condizioni necessarie per favorire risultati più completi e duraturi, creando uno stato di salute che può esprimersi esteticamente con più capelli, più forti e più spessi. E’ necessario sapere che l’azione rigenerativa è possibile fino a quando il follicolo che produce i capelli è ancora attivo (non atrofizzato). Fornire corrette aspettative e far comprendere il ruolo della Medicina Rigenerativa è l’obiettivo primario in HairClinic.

A chi è consigliata la cura avanzata e che obiettivi può raggiungere.

La Medicina Rigenerativa e la cura associata sono considerati dai massimi esponenti del settore la base necessaria in tutti i gradi di calvizie trattabili, rappresentano una potente arma contro la calvizie e la sua evoluzione. L’approccio avanzato e mirato al caso specifico permette di agire in modo completo e non solo chirurgico, ha l’obiettivo di promuovere un alto valore estetico finale e più duraturo nel tempo. Sui follicoli ricettivi alla stimolazione favorisce efficacemente la rigenerazione del bulbo pilifero, poiché a livello del bulbo sono presenti cellule staminali dotate di recettori naturali per i fattori di crescita. La stimolazione di queste cellule ha l’obiettivo di indurre una biostimolazione dell’attività metabolica del follicolo, potenzialmente anche in quelle aree di calvizie dove il bulbo è dormiente (non morto), stimolandolo alla produzione di capelli sani e spessi. I risultati clinici potenziali valutati sul paziente modello (diradamento, alopecia diffusa) che risponde alla terapia si possono identificare nelle tre fasi temporali seguenti.

 

Primi benefici.

prima_bsbs

Riequilibrio e stabilizzazione

Sui follicoli non atrofici e ricettivi alla stimolazione può regolare in breve tempo la caduta eccessiva ed arginare al massimo delle possibilità oggi disponibili l’evoluzione della tua calvizie. Grazie alla potente azione anti-infiammatoria favorisce il massimo assorbimento dei principi attivi, promuove l’inizio del riequilibrio ormonale e l’inversione del processo di miniaturizzazione del follicolo, migliora nettamente la qualità visiva dei capelli donando più lucentezza e benessere. Questo importante risultato è alla base della terapia di Medicina Rigenerativa avanzata.

3°/4° mese dopo.

bsbs_benefici_circle

Ispessimento e maggiore densità

Nei primi 4 mesi circa favorisce l’ispessimento del fusto e la prima rigenerazione. Il rinfoltimento origina dai follicoli ricettivi in fase di miniaturizzazione e si concretizza entro un tempo breve, ma per ragioni fisioligiche rimane differente per ogni paziente. I nuovi capelli della ricrescita “precoce” sono di solito ancora un po sottili. A seguito del follow-up previsto dal Protocollo medico completo, il nuovo fusto pilifero ad ogni ciclo può crescere più sano e spesso. Tale effetto estetico dona maggiore densità e una migliore situazione estetica globale.

6°/8° mese dopo.

risultati_dopo_bsbs

Rigenerazione e Risultato.

Grazie alle migliori situazioni vascolari, sui follicoli non atrofici e ricettivi alla stimolazione si verifica una rigenerazione “tardiva” e significativa. A seguito del pool di esami, Genomico, Lipidomico ed ormonale, il Protocollo medicosi completa con la terapia Nutraceutica, Nutrigenomica e Nutrilipidomica mirate al singolo paziente specifico. Promuove un benessere globale più duraturo nel tempo, apporta all’organismo intero importanti nutrimenti essenziali e principi attivi indispensabili per il corretto equilibrio anche della vita dei tuoi capelli.

 

Medicina Rigenerativa, non miracoli!

Il ruolo della cura medico rigenerativa va oltre la chirurgia.

Fare i passi corretti può essere una svolta decisiva.

Capire perché eseguire una cura avanzata, conoscerne i limiti e benefici è essenziale.

Cosa si intende con la frase “oltre la chirurgia”?

La frase “oltre la chirurgia” indica che l’azione e i benefici potenziali offrono una soluzione più completa rispetto al solo autotrapianto. La calvizie è una patologia evolutiva molto complessa, anche nei casi dove sembra arrestata da anni l’intervento chirurgico deve posare su vere basi di salute per evitare effetti deleteri post chirurgia. Sono moltissime le persone che negli anni passati hanno eseguito alcuni autotrapianti trovandosi a distanza di tempo con pochissimi innesti attecchiti, costringendo il paziente a più interventi chirurgici dai risultati estetici il più delle volte poco naturali. La cura avanzata e selettiva e la Medicina Rigenerativa non sono un fase evitabile in nessun grado di calvizie trattabile ed è volta a creare vere basi di salute per risultati dalle più alte possibilità di successo complessivo.

Come agisce la fase medico rigenerativa?

L’infiltrazione nel cuoio capelluto di URC Unità Rigenerative Cellulari autologhe (del paziente stesso), composte da Cellule ad alta capacità rigenerativa e Matrice ExtraCellulare nativa, in associazione alla cura ad-personam del Protocollo completo, promuove un aumento significativo dei capelli in fase anagen e, sui follicoli non atrofici ricettivi alla stimolazione, favorisce l’inversione dell’invecchiamento cellulare al massimo delle possibilità oggi concesse. La calvizie non si può curare con la chirurgia, per sua natura la chirurgia copre un ruolo è differente e deve essere considerata eventualmente in ultima analisi e solo dopo aver lavorato concretamente sulle cause e concause che generano e alimentano la calvizie personale. Il concetto più moderno, completo e oggettivamente sensato per ottenere un risultato duraturo e di alto valore estetico è dato dall’associazione tra Medicina Rigenerativa e micro chirurgia.

Per saperne di più sulle fasi del Protocollo

 

Le Cellule Staminali e ad alta capacità rigenerativa sono determinanti nella cura della calvizie.

Statistiche Internazionali evidenziano i risultati ottenuti dalla Medicina Rigenerativa Avanzata.

La più importante società internazionale del settore pubblica i dati riguardanti la fase clinica dei protocolli a base di fattori di crescita ad alta qualità. Riguardano migliaia di pazienti trattati indifferentemente tra uomo e donna, di età compresa tra i 18 e i 78 anni e con diversi tipi di alopecia (androgenetica AGA, Areata, Cicatriziale).

Potenzialità e limiti. Il trattamento è indicato nell’alopecia maschile dal 1° al 5° grado di diradamento diffuso della scala Hamilton/Norwood. Su calvizie avanzate, è la base pre chirurgia necessaria per raggiungere un risultato completo. Nella forma femminile il trattamento è indicato dal 1° al 3° grado della scala di Ludwig. Tanto più precoce è il trattamento tanto più è possibile stimolare una rigenerazione.

Le terapie a base di fattori di crescita piastrinici autologhi ad alta qualità e le cellule ad ad Alta Capacità Rigenerativa autologhe, associati ad una cura ad personam possono regolare l’attività di vita dei bulbi, promuovere una crescita migliore dei fusti dei capelli e una stimolazione da parte delle Cellule Staminali che ancora rimangono all’interno del cuoio capelluto, e quindi ottenere una significativa ricrescita di capelli in fase anagen e un aumento della densità globale.

I limiti del Protocollo sono intesi nell’impossibilità di poter stabilire a priori un risultato certo in termini di numero di follicoli in ricrescita, o nel pensare che la sola rigenerazione debba portare certamente il risultato estetico desiderato dal paziente. Questa è un’aspettativa non corretta e nessuna analisi la può stabilire. Per tale ragione e per avere giuste aspettative, non ipotizziamo alcuna portata numerica rigenerativa dei capelli semplicemente perché è differente da paziente a paziente e nessuna diagnosi la può precedentemente stabilire, ma soprattutto perché lo scopo estetico non deve essere l’unica leva di valutazione.

Bisogna considerare la cura avanzata ad-personam non un intervento limitato alla sola copertura chirurgica estetica, e nemmeno un approccio miracoloso, ma è la base non trascurabile per raggiungere un risultato di alto valore estetico.

Densità, rigenerazione e ricrescita.

0%

Intesa come aumento del numero di capelli rispetto a prima del trattamento è stata superiore all’80%.

Caduta, spessore, qualità.

0%

Intesa come netta diminuzione della caduta e inversione della miniaturizzazione dei capelli.

La significatività della risposta (intesa come aumento del numero di capelli rispetto a prima del trattamento) è stata nell’80% dei casi trattati (indifferente tra uomini e donne). Nel 93% dei casi trattati con diradamento o forte diradamento si è ottenuto un effetto terapeutico con netta diminuzione della miniaturizzazione, diminuzione della caduta.

 

 

Cambiare modo di pensare e di agire è la regola principale.

Pensare di ottenere risultati differenti agendo nello stesso modo è un errore da non ripetere.

Ho una calvizie avanzata perché devo curarmi?

E’ corretto considerare la chirurgia solo dove è realmente eseguibile e solo dopo aver curato alla radice e al massimo delle possibilità il proprio problema di calvizie. Bisogna ricordare sempre che i follicoli estratti dalla zona donatrice (nuca) durante un trapianto non cresceranno mai più, e la zona donatrice non è infinita. Agire forzatamente con più interventi chirurgici senza una cura rigenerativa adeguata impoverisce notevolmente l’area di prelievo, per tale ragione è estremamente importante la fase di cura avanzata eseguita in precedenza anche nei casi di calvizie estesa ma trattabile. Se invece parliamo di sola estetica, il follicolo della zona donatrice solitamente è più spesso rispetto al follicolo della zona ricevente, l’effetto estetico di “capello spesso accanto a capello sottile” nella stessa area è innaturale e riconoscibile. La Medicina Rigenerativa oltre ad esprimersi esteticamente, è considerata la cura più completa disponibile, la base necessaria per raggiungere risultati clinici a 360°, di fatto riportare i follicoli ad uno stato di spessore più omogeneo permette di ottenere complessivamente risultati naturali ad alto valore estetico.

Ho un diradamento, quale strada devo percorrere?

I benefici clinici maggiori si evidenziano nei casi di diradamento o alopecia con diradamento diffuso, in queste situazioni l’autotrapianto è considerato non eseguibile per via dei rischi post autotrapianto come il conosciuto effetto “shock-loss”. Favorisce la massima rigenerazione del follicolo dormiente non atrofico e ricettivo alla stimolazione, promuove l’inversione del processo di miniaturizzazione con l’obiettivo di riportare il capello sottile al suo volume naturale, esteticamente si traduce in una maggior densità visiva e numero di capelli.

La prima regola è dunque cambiare regola di base.

Fino a pochi anni fa si pensava in modo errato all’autotrapianto come la “cura” della calvizie, ma i migliaia di pazienti trattati insegnano a tutti che l’autotrapianto è la soluzione migliore solo se viene eseguito su una situazione stabile, di fatto nessuno costruirebbe una casa su un terreno instabile. Chi si è già sottoposto ad uno o più interventi chirurgici di autotrapianto di capelli, sa molto bene che la sola chirurgia non è sufficiente per risolvere la calvizie in modo completo, chi ha già eseguito trattamenti cosmetici ne conosce pienamente i limiti curativi. La Medicina Rigenerativa è una branca della medicina che si occupa di rigenerare e non sostituire, è un approccio privo di controindicazioni e consigliato in tutti i gradi di calvizie trattabili. Entrando nello specifico il Protocollo bSBS è il frutto di anni di ricerche scientifiche: associa le terapie e tecnologie più qualificate in un sistema integrato e organizzato nei minimi dettagli, rappresenta senza dubbio l’approccio multidisciplinare più completo e avanzato del settore.

Scopri perché l’autotrapianto non basta

 

Le fasi del Protocollo

Comprendere le differenze tra il Protocollo di Medicina Rigenerativa avanzato bSBS rispetto ad altre metodiche ti permetterà di avere una visione più completa di cosa offre e come si svolge.

Per saperne di più

Oltre l’autotrapianto

L’autotrapianto fino a pochi anni fa era considerato, in modo del tutto errato, la cura della calvizie. La chirurgia non è una cura e va eventualmente eseguita solo su una vera base di salute.

Per saperne di più

Garanzia scritta

Il Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS è l’unico ad essere coperto da garanzia scritta “soddisfatti o riaccreditati”. L’assicurazione permette di agire intelligentemente e in modo completo.

Per saperne di più