Trapianto Capelli e Rischi: dall’India una storia estrema.

Trapianto Capelli e Rischi: quando si parla dei rischi di un Autotrapianto non si pensa che tra essi possa esserci la morte. Cosa è andato storto in India?

Autotrapianto Capelli e Rischi: il Trapianto di Capelli è una operazione chirurgica…

Trapianto Capelli e Rischi ad esso collegati, fanno parte di quelle attenzioni che tutti dovremo tenere ben presenti quando ci avviciniamo a qualsiasi forma di chirurgia. L’accidente è una evenienza che è sempre possibile e presente in qualsiasi tipo di intervento, anche il più semplice.

L’organismo è una macchina così complessa che anche un semplice graffio, nelle condizioni più sfortunate, si può trasformare in un gravissimo rischio per la vita. È certo però che se si esagera con atteggiamenti decisamente inusuali, si può correre un rischio significativamente superiore, che in scenari davvero imprevedibili può trasformarsi in tragedia.

iò è quello che è successo a Shrawan Kumar Choudhary, un uomo di quarantatré anni che si è sottoposto recentemente ad un Trapianto di Capelli che gli è risultato fatale.

Trapianto Capelli e Rischi: un “megatrapianto” fatale.

“A primo acchito, leggere di un uomo che perde la vita per un Trapianto di Capelli, fa pensare a chissà quale “malasanità” da parte di chi ha operato”. Queste sono le parole del Dott. Mauro Conti, Direttore Scientifico di HairClinic BioMedical Group.

“In realtà, approfondendo l’argomento, ci si rende conto che c’è stata una buona dose di sfortuna, una richiesta balorda da parte del paziente che poi ha avuto un bel problema ed un comportamento abnorme da parte degli operatori medici, che hanno avallato una richiesta davvero improponibile”.

Trapianto Capelli e Rischi: l’analisi di un disastro.

La vittima era, come riportato dal “Times of India”, un uomo d’affari di 43 anni, morto per una reazione allergica dopo aver fatto il Trapianto di Capelli. Si parla di shock anafilattico, ma i dettagli di quanto è accaduto sono davvero sconcertanti.

A quanto pare l’esigente uomo d’affari avrebbe chiesto (ed ottenuto!) un trapianto di proporzioni ingenti, che ha richiesto la bellezza di dodici ore per essere portato a termine. “La cosa che da medico mi sconcerta di più – commenta il Dott. Conti – è che i sanitari della clinica privata di Chinchpokli a Mumbai, abbiano acconsentito ad una richiesta così errata”.

La richiesta a cui si fa riferimento è quella di subire un trapianto di ben 9000 (!) follicoli, ossia una quantità ben tre volte superiore a ciò che normalmente si consiglia come numero massimo di unità follicolari da trapiantare.

Trapianto Capelli e Rischi: due giorni di sofferenze per un capriccio e poi la morte.

Effettuato questo “trapianto-monstre” il 7 marzo scorso, dopo 48 ore di sofferenze sempre crescente, il quarantatreenne ha accusato un malore presso la sua abitazione. Traportato d’urgenza al pronto soccorso più vicino è morto in seguito ad una reazione allergica di proporzioni devastanti.

I sanitari sono oggi oggetto di una indagine interna, ma anche di investigazioni da parte degli organismi di polizia. “Giustamente, io dico! – afferma il Dott. Conti – Il medico deve sempre poter opporre un netto rifiuto alle richieste talvolta davvero esagerate del paziente. Inoltre le forze dell’ordine dovranno accertarsi che non vi siano state altre negligenze, che in una situazione apparentemente così caotica possono realmente esserci state”.

Il Trapianto di Capelli deve essere condotto con giudizio e sempre che sia una risorsa da potere effettivamente sfruttare. Il caso dell’uomo d’affari indiano è emblematico di tutto ciò che può andare storto, ma i veri rischi, quelli statisticamente più significativi sono fortunatamente altri.

Trapianto Capelli e Rischi: cosa si rischia con la microchirurgia in situazioni ordinarie.

I rischi tipici di un Trapianto di Capelli, quelli più significativi dal punto di vista statistico, per nostra fortuna non sono così gravi.

Si parla di “transection”, ovvero una sezione trasversale dell’unità follicolare a causa di una non perfetta estrazione della stessa, oppure del fallimento del corretto attecchimento dell’innesto, che può avvenire per diversi motivi.

Altri rischi sono più facilmente gestibili a patto che si faccia ricorso alla Medicina Rigenerativa, se no saranno la causa della breve durata della copertura microchirurgica. Stiamo parlando dell’incessante azione del Diidrotestosterone (DHT) e della Prostaglandina D2 (PGD2) che con il trapianto non verrà mai messa in discussione. Infatti ricordiamo che l’Autotrapianto non è una cura.

Un adeguato Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa d’altro canto, può davvero contrastare l’evoluzione della calvizie e quindi preservare il più possibile l’integrità della copertura data dalla microchirurgia.

Autotrapianto e Rischi, informazioni su Alopecia Androgenetica da Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Alopecia_androgenetica

Autotrapianto e Rischi, cenni su Trapianto di Capelli da Wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Autotrapianto_di_capelli



I campi con l'asterisco * sono obbligatori

Il tuo IP: 34.229.24.100

Compila il form e convalida la recensione cliccando sul link che riceverai via email.

HairClinic.it ospita i pareri di utenti, i quali si prendono la responsabilità in toto di quanto scritto. Insieme ai dati forniti sopra viene registrato ma non trattato, a meno di richiesta legale, il tuo indirizzo IP e il tuo ID univoco del dispositivo utilizzato.

Ogni persona è responsabile di ciò che scrive in base alla legge sulla Diffamazione On Line può essere soggetto a denuncia formale penale e pecuniaria. Per tale ragione ogni commento è analizzato dal nostro Studio Legale Internazionale.