L’alopecia femminile non è un mistero.

Conosciamo i perchè e le regole per curarla in modo efficace e duraturo.

Alopecia Androgenetica Femminile, come si manifesta?

L’alopecia androgenetica è una malattia che non colpisce solo gli uomini ma affligge circa il 50% delle donne e può avere tre schemi principali di inizio.

Inizia con capire di che calvizie sei.

Nella donna la calvizie si manifesta con un progressivo diradamento dei capelli nella regione centrale della testa, i capelli appaiono diradati, soprattutto in corrispondenza della scriminatura centrale, per cui il cuoio capelluto diviene visibile. Più soventemente si manifesta dopo la menopausa quando gli ormoni estrogeni si riducono e proporzionatamente quindi aumentano gli ormoni maschili. In alcuni casi si scatena precocemente, alla pubertà, spesso precipitata da una dieta dimagrante. In alcune donne subito dopo una gravidanza, precipitata dallo stress e dalla carenza di ferro che spesso insorgono durante l’allattamento.

Un sintomo iniziale di questa malattia nella donna è il cosiddetto ”segno dell’albero di natale”, effettuando la riga centrale si osserva un’area di diradamento a base anteriore che ha appunto la forma di un albero di natale, nelle donne giovani il diradamento è spesso più evidente in corrispondenza della fronte.

Nella donna in menopausa è invece frequente notare anche una stempiatura, simile a quella che si osserva nell’Uomo Anche nei casi più gravi però non si osserva mai una calvizie completa ma solo un grave diradamento.

 

Alopecia Androgenetica Femminile, altre cause determinanti.

E’ importante sapere che non esiste una sola causa determinante ma un complesso di cause e concause che provocano la patologia, il progressivo diradamento dei capelli può avere intensità e velocità differenti.

Cause genetiche: Anche per la donna in alcuni casi l’alopecia è provocata dalla genetica.

Problemi ormonali: è possibile trovare livelli di testosterone elevati anche nelle donne, solitamente incide un cattivo funzionamento della tiroide, la menopausa, la policisti ovarica, terapie con androgeni.

Problemi alimentari: alcune diete dimagranti sono deleterie per i capelli e ne favoriscono lo sviluppo della calvizie, la mancanza di vitamine e i problemi della loro assimilazione, l’anemia, la denutrizione, malnutrizione o malattie come l’anoressia agiscono negativamente sulla crescita dei capelli.

Prodotti chimici e farmacologici: l’uso di antidepressivi, la chemioterapia, alcuni farmaci come la particella beta indicate per insufficienza cardiaca, e molti altri.

Cause psicologiche: stress fisico, stati emotivi spiacevoli e stress psicologico sono concause che incidono pesantemente, differenti situazioni some febbri, emorragie, post parto etc. possono scatenare l’alopecia.

 

Alopecia Androgenetica Femminile, come curarla e risolverla.

Oggi la Medicina Rigenerativa avanzata rappresenta il concetto più moderno e completo per contrastare l’evoluzione della calvizie e favorire la tua massima capacità rigenerativa naturale.

L’alopecia può essere affrontata attraverso diverse terapie farmacologiche, terapia LLLT vedi Capillus272, terapie chirurgiche evolute come atFUE e terapie complete di Medicina Rigenerativa avanzata come il Protocollo bSBS, ritenuto dai massimi esperti del settore una base indispensabile per lavorare concretamente sulla propria calvizie ottenendo i  migliori risultati naturali possibili e più duraturi.

La terapia farmacologica, rallenta per un piccolo periodo il processo di diradamento, gli effetti collaterali di alcuni farmaci inibitori sono ormai conosciuti e molto più incisivi sulla salute rispetto alla perdita di capelli. In ogni caso alcuni farmaci sicuri posso essere presi in considerazione per  un completamento del Protocollo di Medicina Rigenerativa.

La terapia chirurgica, anche per le donne è possibile eseguire un intervento di micro chirurgia senza rasatura totale dei capelli. Negli ultimi anni l’autotrapianto si è evoluto, ma non dobbiamo dimenticarci che non da solo risolvere il problema vero del paziente, copre un problema senza risolverlo. L’autotrapianto deve essere considerato l’approccio corretto solo in alcuni casi e solo su una vera base di salute del follicolo, della cute e del sistema ormonale.

Per saperne di più su atFUE


La terapia laser
, non una soluzione completa ma un ottima coadiuvante del Protocollo di Medicina Rigenerativa bSBS. Non ha effetti collaterali e se usato costantemente può davvero rallentare la caduta dei capelli e migliorare la circolazione sanguigna. Tra tutti i laser esistenti il più efficace e professionale è Capillus272.

Per saperne di più su Capillus272


Medicina Rigenerativa
, 
prevede la diagnosi Genomica, Lipidomica e ormonale avanzata. Si basa sostanzialmente sull’uso e laa stimolazione sia delle Cellule Staminali che della Matrice ExtraCellulare autologa. E’ priva di contro indicazioni, rappresenta una soluzione completa e non paragonabile ad altre terapie, offre le più alte possibilità di successo complessivo.

Per saperne di più su bSBS

 

Altre forme diffuse di alopecia femminile.

Individuare la causa per stabilire la cura è essenziale.

Alopecia areata (tipo di alopecia autoimmune).

Si presenta in forma di macchie rotonde sul cuoi capelluto, ma si può estendere in altre zone del corpo. È un tipo di caduta dei capelli legata allo stress e può sorgere a qualsiasi età. In alcuni casi può determinare la totale scomparsa dei capelli, di solito questi tornano a crescere sebbene siano molto frequenti le ricadute nei pazienti che ne soffrono.

Si può agire con la Medicina Rigenerativa e la sua cura associata, arginandone il suo sviluppo e promuovendo la massima rigenerazione e ricrescita dei capelli prima che la patologia si cronicizzi.


Alopecia diffusa (effulvio telogenico cronico).

Insieme all’acqua che viene dalle ghiandole sudoripare, la ghiandola sebacea è responsabile della produzione di sebo (o grasso) e crea una cappa di pelle che copre e protegge il cuoio capelluto. In situazioni in cui queste ghiandole aumentano la produzione, si genera un anomalo eccesso di sebo che si traduce in un aspetto grasso e oleoso del capello, facendogli perdere forza e volume. Questa anomalia d’eccesso di grasso può provocare bruciori ed irritazioni del cuoio capelluto, oltre a problemi di forfora ad un forte caduta dei capelli. Cause principali:di tipo organico, di tipo ormonale, in relazione con stress e ansia, a causa di diete ricche di grassi animali o basate su alimenti molto conditi, a causa dell’uso di prodotti per capelli eccessivamente aggressivi. Si deve agire quindi attraverso la Medicina Rigenerativa e promuovere una potente azione anti infiammatoria accelerando la regolarizzazione del sebo e la rigenerazione dei follicoli.


Alopecia seborroica

Il sebo è un protettore del capello, di fatto lo salva dagli agenti nocivi esterni, diventa un problema quando la ghiandola ne produce in modo eccessivo.  La produzione di sebo in eccesso è causata delle ghiandole sebacee, e viene denominata seborrea, da qui il nome “alopecia seborroica” Questo tipo di alopecia che colpisce principalmente l’uomo, sia in giovane età che in età adulta. Si manifesta più che altro nella parte frontale accentuando una stempiatura visibile soprattutto dopo a capelli bagnati, può estendersi dalla regione frontale e superiore della testa, alla zona centrale chiamata vertice.

Il sebo in eccesso risulta essere un fattore determinate nel alimentare il diradamento dei capelli velocizzandone la loro caduta. I primi sintomi sono il prurito alla testa, in alcuni casi si avverte dolore al cuoio capelluto e desquamazione della cute, formazione di forfora, grassa e secche dipende dai casi. Le cause principali dell’alopecia seborroica sono soprattutto organiche, ormonali, a volte collegate ad ansia e stress, cattiva alimentazione uso di farmaci o prodotti non corretti per la propria cute.

In questi casi deve agire attraverso la Medicina Rigenerativa permette di ottenere benefici pressoché visibili già dopo i 30/60 giorni, consente inoltre di promuovere una potente azione anti infiammatoria accelerando la regolarizzazione del sebo e la rigenerazione dei follicoli.


Alopecia cicatriziale

L’alopecia cicatriziale si classifica in vari gruppi, Alopecia per fattori fisici-chimici, Alopecia per malattie ereditarie, Alopecia infettiva, Alopecia tumorale, Alopecia per dermatite.

Generata da qualche malformazione o rottura totale della struttura follicolare, l’Alopecia Cicatriziale purtroppo è nella maggior parte dei casi irreversibile. Per risolvere questo tipo acuto di calvizie è necessario preparare la zona ricevente attraverso la medicina rigenerativa e successivamente eseguire un micro trapianto capillare.


Alopecia Universale (autoimmune)

Le cause che possono provocare la perdita dei capelli o l’alopecia universale sono molteplici. Di tipo genetico, problemi ormonali, trattamenti medici o farmaci, stress emotivi, alimentazione inadeguata, malattie della pelle localizzate nel cuoio capelluto, cattive abitudini

La cosa migliore è analizzare il caso specifico e fare una profonda diagnosi.